Quantcast
Il dottor Locatelli: "Il piccolo Alex è guarito, può tornare a casa" - BergamoNews
La buona notizia

Il dottor Locatelli: “Il piccolo Alex è guarito, può tornare a casa”

Lo ha annunciato Franco Locatelli, bergamasco, 57 anni, primario del Dipartimento di oncoematologia dell'ospedale Bambino Gesù di Roma: "È un traguardo enorme"

Il piccolo Alex Maria Montresor trapiantato lo scorso dicembre all’ospedale Bambino Gesù di Roma utilizzando le cellule del papà.

“È ufficialmente guarito, il suo sistema immunitario è sano. È un traguardo enorme per il tipo di trapianto e per il caso molto difficile. E la soddisfazione è enorme”. Lo riferisce Franco Locatelli, bergamasco 57 anni, primario del Dipartimento di oncoematologia e terapia cellulare e genica dell’ospedale Bambino Gesù di Roma, che ha seguito il caso di Alex.

Il bimbo italiano affetto da una malattia rara, la linfoistiocitosi emofagocitica (HLh) ha ricevuto un trapianto di cellule staminali emopoietiche del papà, dopo una vera e propria gara di solidarietà per trovare un donatore, ricerca che si era però rivelata infruttuosa. Il piccolo, dimesso dall’ospedale il 24 gennaio scorso, “sta molto meglio” e a quanto si apprende i controlli, che in un primo tempo era fissati una volta a settimana, sono stati dilatati a una volta ogni 15 giorni.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
franco locatelli
Ad agorà
Locatelli: “Su Alzano e Nembro segnalato per tempo, ha deciso la politica”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI