BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Francesco Vailati ci riprova: candidato sindaco di “Pedrengo Comune per tutti”

Alle urne sfiderà da una parte Simona D'Alba, candidata sindaco di "Uniti per il cambiamento 2.0", gruppo civico sostenitore dell’amministrazione comunale in carica, e dall'altra Luca Rovaris, alla guida di "ViviAmo Pedrengo".

Francesco Vailati è il candidato sindaco di “Pedrengo Comune per tutti”. Si tratta della formazione nata dall’unione di “Pedrengo progetto comune” e “Pedrengo per tutti”, come era stato annunciato dai rispettivi capigruppo, ossia lo stesso Vailati e Lucio Allia, capolista della nuovo gruppo.

Attualmente consigliere comunale di minoranza, capogruppo della lista “Pedrengo progetto comune” con cui ha corso alla carica di primo cittadino alle scorse elezioni amministrative, Vailati si ripropone in vista delle comunali del prossimo 26 maggio. Alle urne sfiderà da una parte Simona D’Alba, candidata sindaco di “Uniti per il cambiamento 2.0”, gruppo civico sostenitore dell’amministrazione comunale in carica, e dall’altra Luca Rovaris, alla guida di “ViviAmo Pedrengo”, formazione nata dal comitato per la candidatura a sindaco di Luca Rovaris che ha avuto anche l’appoggio di Insieme per Pedrengo, altra forza ora in minoranza che concluderà la propria vita amministrativa al termine del mandato in corso.

Per qualche mese i gruppi di Rovaris, Vailati e Allia hanno valutato possibili alleanze ma l’accordo non è stato raggiunto. Francesco Vailati afferma: “Ci sono stati alcuni contatti con me e con Allia ma non è stato possibile raggiungere l’intesa con il gruppo di Rovaris che aveva già individuato il proprio candidato sindaco e avviato il proprio percorso autonomamente”.

Illustrando la composizione di “Pedrengo Comune per tutti”, spiega: “Siamo un gruppo eterogeneo, formato da persone che hanno esperienze diverse a prescindere da quale sia la propria preferenza politica e partitica. Il sindaco non sarà il capo ma il portavoce di progetti e proposte. Le priorità su cui ci concentreremo saranno cinque. Innanzitutto, le politiche giovanili, di cui abbiamo una concezione diversa rispetto all’amministrazione comunale: proporremo l’apertura di un centro d’aggregazione in paese, una progettualità di ampio respiro e interventi volti alla prevenzione del disagio giovanile legandolo anche a iniziative per rafforzare la sicurezza. Altre priorità saranno l’associazionismo, con l’obiettivo di valorizzare il volontariato e rilanciare la partecipazione attiva dei cittadini alla vita della comunità, e poi lo sport, prestando attenzione anche alle infrastrutture, per esempio con la riqualificazione della palestra. Ancora, le politiche sociali, implementando i servizi erogati per le famiglie con persone disabili e anziani, e infine il recupero del patrimonio storico, con progetti dedicati alle ville storiche presenti sul nostro territorio che stanno decadendo, anche attraverso la partecipazione a bandi europei”.

Pedrengo Comune per tutti

Riguardo al simbolo della lista, Lucio Allia specifica: “Oltre al nome Pedrengo Comune per tutti, contiene i loghi delle due compagini che l’hanno costituita e il disegno di due mani che simboleggiano l’unione delle due formazioni e la volontà di promuovere una comunità inclusiva guardando ai bisogni del cittadino, che sarà il protagonista del nostro progetto. L’ascolto per noi è prioritario, per questo le mani raffigurate racchiudono il paese, lo accolgono e lo proteggono. E illustreremo le nostre proposte senza metterci in contrapposizione con l’amministrazione comunale in maniera strumentale: è quello che ci hanno chiesto anche molti cittadini che abbiamo incontrato per le strade del paese o nei bar, che ci sollecitavano nel creare questa lista unitaria che potesse essere un’alternativa per dare loro rappresentanza”.

Francesco Vailati, nato, cresciuto e residente a Pedrengo, ha 43 anni ed è sposato con Valeria con cui ha avuto tre figli. A livello professionale è responsabile commerciale dell’area ingredienti di una multinazionale che opera nel settore alimentare, mentre in ambito politico nel mandato in corso è consigliere comunale di minoranza per “Pedrengo progetto comune”.
Da tempo impegnato nel sociale, è volontario del soccorso dal ’98, è stato capo scout fino al 2008 e membro dell’unità cinofila della croce bianca Bergamo fino al 2014.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.