BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Giorgio, 16 anni e Maurizio, 59: uniti da un tragico destino che ha spezzato i loro sogni

Il 16enne di Longuelo e il 59enne di Bonate Sotto erano in sella alle rispettive biciclette e viaggiavano in direzioni opposte: travolti da un'auto in una carambola impazzita, sono morti in ospedale.

Più informazioni su

Una carambola inspiegabile ha tolto la vita a Maurizio Besana, 59 anni, e Giorgio Oddi, 16 anni: i due, uniti da un destino crudele, si trovavano nello stesso momento lungo la Briantea a Curno nella serata di sabato 13 aprile quando improvvisamente, poco prima delle 19, una Volkswagen Golf li ha travolti in rapida sequenza.

L’esatta dinamica è ancora al vaglio dei carabinieri che stanno provando a ricostruire quei pochi attimi: la donna al volante, 46 anni, pare si fosse da poco immessa su via Lecco da via Merana, una laterale, e ha riferito di non essersi accorta della presenza di Giorgio, che viaggiava nella sua stessa direzione in sella a una mountain bike: non stava usando il cellulare.

L’impatto ha sbalzato il giovane sul parabrezza dell’auto e la donna a quel punto ne ha perso il controllo: una sbandata l’ha portata sul lato opposto della carreggiata, dove stava sopraggiungendo, sempre in bici, Maurizio che percorreva la strada verso Ponte San Pietro.

Anche il 59enne, originario di Bonate Sotto, è finito sul parabrezza e poi a terra.

Due scontri violenti che subito hanno attirato l’attenzione di alcuni passanti, nella zona del ristorante “Al Sorriso”: ed è stato proprio un dipendente del locale a prestare i primi soccorsi, in attesa dell’arrivo del personale medico e dei carabinieri di Curno e Ponte San Pietro.

Il più grave è sembrato subito il sedicenne, andato in arresto cardiaco: i medici, dopo averlo rianimato e intubato l’hanno trasportato d’urgenza all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, dove è arrivato con una grave lesione cerebrale ed è stato ricoverato in terapia intensiva. Nella notte tra sabato e domenica, invece, un nuovo peggioramento, fino alla morte attorno alle 3. 

Il 59enne, invece, è stato trovato ancora cosciente ma è spirato poco dopo il suo arrivo in ospedale a causa dei traumi riportati nell’impatto.

La donna, sotto choc, è stata portata per accertamenti al policlinico di Ponte San Pietro: la sua auto è stata posta sotto sequestro, nei suoi confronti sono ancora in corso gli accertamenti degli inquirenti.

Giorgio Oddi, residente a Longuelo, aveva compiuto 16 anni lo scorso 4 settembre: frequentava il terzo anno dell’Isis Giulio Natta di Bergamo, indirizzo chimica e materiali, un percorso di studi che lo appassionava.

Amava anche tutto ciò che riguarda il cielo, l’aviazione e il volo: una delle poche foto postate sul suo profilo Instagram lo immortalano all’Aero Gravity Sport Flyers di Milano, dove aveva provato l’emozione della caduta libera in un simulatore di paracadutismo.

Giorgio lascia il fratello Alberto, di un anno più giovane, papà Carlo e mamma Julia. Sconvolti amici e compagni di scuola.

Le esequie si svolgeranno mercoledì 17 aprile alle 10.30 a Longuelo.

A Bonate Sotto domenica pomeriggio c’è stato un momento molto toccante a casa di Maurizio Besana, con l’arrivo di don Federico Brozzoni che ha portato un po’ di conforto in via Quasimodo alla famiglia sconvolta dalla tragedia: mancavano ancora pochi mesi di lavoro e poi avrebbe festeggiato la meritata e tanto sospirata pensione.

Maurizio lascia la moglie Tiziana e la figlia Eleonora,  della quale aveva festeggiato pochi mesi fa la laurea in scienze infermieristiche.

I funerali si svolgeranno martedì 16 alle 10 nella parrocchia del Sacro Cuore di Gesù a Bonate Sotto.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.