BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atalanta, attenzione all’Empoli: all’andata clamorosa e dolorosa rimonta dallo 0-2

Con i toscani una delle più brutte prestazioni stagionali dei nerazzurri: serviranno la cattiveria e la determinazione viste contro il Bologna.

Più informazioni su

Nel Monday Night la Dea torna ad esibirsi davanti al proprio pubblico: l’avversario di turno è il coriaceo Empoli di Andreazzoli.

I toscani si trovano pesantemente invischiati nella lotta per non retrocedere e verranno a Bergamo cercando di evitare assolutamente il ruolo di vittima sacrificale. Già, perché almeno sulla carta i 24 punti di distanza in classifica sono il segno evidente della differenza tra le due squadre e sinceramente si vedono tutti.

Ma sono proprio queste partite a presentare, a volte, le maggiori insidie: gli avversari si difendono, cercano in ogni modo di non subire gol e se non si riesce a trovare il bandolo della matassa capita che la situazione si complichi oltre misura. E Gasperini lo sa bene, visto che, soprattutto a Bergamo, non è la prima volta che questo accade.

Ma succede anche che la squadra riesca ad esprimersi con grande attenzione e concretezza ed allora la partita si incanala su binari totalmente diversi, come è accaduto contro il malcapitato Bologna.

La buona prova di San Siro mantiene fortunatamente intatte tutte le chances europee dell’Atalanta che ha la possibilità di fare un ulteriore passo avanti in questa direzione. L’occasione è davvero ghiotta, non approfittarne sarebbe un peccato. Anche se le altre squadre coinvolte nella medesima “avventura” non hanno nessuna intenzione di mollare la presa.

L’Empoli ha richiamato in panchina l’allenatore con il quale aveva vinto la serie B lo scorso anno. Andreazzoli aveva infatti iniziato l’attuale stagione, salvo poi lasciare il posto a Iachini per 16 giornate ed essere appunto richiamato qualche giornata fa, complici gli scarsi risultati della squadra. La situazione, allo stato attuale, non è particolarmente migliorata ed è proprio per questo che gli azzurri, affamati di punti, giocheranno tutte le loro carte per cercare di uscire indenni dall’Atleti Azzurri.

Mister Gasperini avrà nuovamente a disposizione Zapata, che ha scontato il turno di stop, e che tornerà a formare il tridente accanto a Gomez e Ilicic, anche se quest’ultimo non è al meglio per un fastidio al ginocchio. Sempre indisponibile Toloi, dovrebbe giocare Djimsiti accanto a Mancini e ad uno tra Masiello e Palomino. Confermato il centrocampo titolare, sulla corsia mancina Castagne potrebbe essere inizialmente preferito a Gosens.

In casa empolese emergenza in difesa, con Maietta squalificato e Silvestre e Pajac in infermeria. Occasione quindi per Rasmussen, con Veseli e Dell’Orco ai suoi lati nella difesa a tre. Sulle fasce Di Lorenzo e Pasqual, in attacco Caputo con Farias.

L’ultima vittoria nerazzurra contro l’Empoli risale anche all’ultimo incontro giocato a Bergamo: due campionati fa la Dea superò con non poche difficoltà gli avversari che, passati in vantaggio con Mchedlidze, si videro raggiungere nel finale da Kessie e superare nel recupero da una rete di D’Alessandro. L’anno prima il più recente pareggio con entrambe le reti inviolate.

Nulla invece si può dire sulle vittorie empolesi perché i toscani non hanno mai vinto a Bergamo in serie A: nelle 8 occasioni di incontro si sono registrate 4 vittorie nerazzurre ed altrettanti pareggi, con 12 reti atalantine e 6 dell’ Empoli.

La vittoria più ampia dei nerazzurri è quella 16 marzo 2008 quando una doppietta di Padoin e le reti di Langella e Doni consentirono agli uomini di Del Neri di superare gli avversari per 4 a 1 (di Vannucchi il gol dei toscani).

La gara d’andata coincise con una delle più brutte prestazioni di questo campionato per la formazione di Gasperini, che uscì meritatamente sconfitta dal Castellani per 3 a 2 dopo essere stata in vantaggio per 2 a 0.

Un solo ex in questa gara: si tratta di Matteo Brighi che ha vestito la maglia nerazzurra in 11 occasioni nel torneo 2011-2012.

Ribadisco quanto detto per la gara d’andata: l’avversario che temo di più è Ciccio Caputo, attaccante in grado di fare male in ogni occasione ed al quale bisognerà che i difensori nerazzurri facciano molta attenzione.

Ancora per qualche mese l’Empoli è il detentore della Coppa Ali della Vittoria, ossia del trofeo che viene assegnato al vincitore del torneo cadetto. Lo scorso anno infatti la squadra azzurra tornò a vele spiegate in serie A dopo un campionato di totale dominio.

Ma la massima serie è ben diversa: Dea, ricorda anche a loro che qui non si scherza.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.