Bergamo

L’ultimo Consiglio, Marchesi: “La tensione per il Noparking Fara nel pubblico”

Una fine dai toni nostalgici di cui la presidente del Consiglio, Marzia Marchesi, ha fatto un resoconto per raccontare gli ultimi lunghi e intensi anni di mandato

Si è arrivati ormai agli ultimi giorni dell’ultima (forse) amministrazione sotto l’egida di Giorgio Gori e, anche, all’ultimo Consiglio comunale di questi cinque anni, che ha dato voce (anche) all’ultimo intervento politico di un emozionato volto storico della politica bergamasca: Luciano Ongaro che ha affidato le sue ultime parole politiche al voto contrario sull’autonomia e la flessibilità dei bilanci degli enti locali, discusso nella seduta di mercoledì 10 aprile.

Una fine dai toni nostalgici di cui la presidente del Consiglio, Marzia Marchesi, ha fatto un resoconto per raccontare gli ultimi lunghi e intensi anni di mandato.

marzia marchesi

“Quando ho assunto questo ruolo, non avevo idea a che cosa stavo andando incontro. Sono stati anni di grande crescita personale e devo ringraziare il Sindaco, tutta la Giunta e i consiglieri comunali che sono sempre stati rispettosi e mi hanno sempre sostenuto nei momenti di tensione”.

Sì, perché di situazioni difficili ce ne sono state che hanno obbligato a scelte difficili: “La seduta che non mi scorderò mai è stata quella in cui mi sono trovata, a 5cm dal mio viso, un esponente del NoParking Fara che mi ha aggredito verbalmente in modo pesante, dicendomi, poi, che quelle parole le stava dicendo alla Presidenza, non a me, ma non capendo che dietro a quel ruolo c’è una persona che ha sofferto per quel momento. Alla fine abbiamo allontanato queste persone dal pubblico e non è stata una scelta facile: ma sono contenta di aver sempre avuto il sostegno dei consiglieri”.

Non sono, però, di certo mancate le soddisfazioni in questi ultimi cinque anni, a partire dalle 464 delibere proposte dalla Giunta (contro le 374 dell’amministrazione precedente), i 970 eventi organizzati dal Comune e ai più di 4mila visitatori che sono passati per Palazzo Frizzoni tra le visite e gli eventi in cortile. In totale il Consiglio si è riunito 144 volte, di cui 126 in seduta ordinaria e 18 in straordinaria.

“Sono stata molto felice, anche, di aver reso concreti degli obiettivi che erano da sempre il mio pallino – ha continuato Marchesi – come il servizio alla maternità: baby pit-stop e l’importante rapporto con le scuole che in questi anni si è sviluppato: è stato fondamentale per tante iniziative, come la promozione della cultura della legalità”. 

Tanti i temi delle deliberazioni e degli ordini del giorno più significativi e preferiti dalla presidente: dall’approvazione definitiva della Variante al PII di via Autostrada, fino alla celebrazione del 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, passando dall’istituzione dell’Osservatorio per la legalità del Comune di Bergamo e il potenziamento delle politiche abitative a favore dei giovani.

“Ho cercato, anche, di stare sempre in mezzo alle persone, condividendo con loro la vita in Comune. Finisco questi cinque anni con la speranza di aver rappresentato al meglio la città, con imparzialità e con la volontà, sempre rispettata, di dare voce all’opinione di tutti”, ha concluso.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI