BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Vicini ma lontani”: la prima canzone dei giovani bergamaschi Elisa e Maiki

Una canzone per parlare d’amore giovanile, per esprimere i sentimenti a seguito di un amore che non c'è più

Quando la voce di una canzone è prima di tutto rappresentata dal cuore e dalla forte volontà di farsi ascoltare, ecco che gli echi di due giovanissimi ragazzi, Elisa Bencivenga e Michael Galliani (in arte Maiki), si fanno sentire.

elisa e miki

La loro prima canzone dal titolo “Vicini ma lontani” è stata pubblicata il 20 marzo su Instagram TV e il 21 marzo su YouTube. Elisa ha vent’anni, vive a Dalmine ed è in procinto di aprire un’attività: a breve inizierà questo nuovo percorso di cui è molto orgogliosa. Tra i suoi hobby ci sono le camminate, ma soprattutto il canto. Michael è un ragazzo di venticinque anni, abita a Covo e lavora in qualità di tornitore presso un’azienda. Scrivere canzoni è la sua passione. Li abbiamo intervistati.

Avete uno o più idoli a cui vi ispirate?

Maiki: mi ispiro a GionnyScandal quando scrivo, mi fa da assoluto riferimento. Sono un amante del genere romantico e cerco il più possibile di trarre spunto da lui e dalle sue parole. Credo che GionnyScandal riesca a comunicare molto bene ciò che sente dentro. È lo stesso che tento di fare io: far provare qualcosa alla gente che ascolta.
Elisa: fin da piccola ho ascoltato principalmente Laura Pausini. A soli due anni e mezzo ho iniziato ad imparare le sue canzoni, a cantarle e da quel momento non ho più smesso di farlo; è la mia fonte d’ispirazione. Mi piace il suo modo di fare, la sua musica e credo che le canzoni da lei scritte abbiano il potere di far emozionare. Molto spesso mi ci ritrovo.

Un sogno nel cassetto?

Maiki: mi piacerebbe che la gente possa conoscermi meglio in ambito musicale. Il mio sogno nel cassetto è fare strada con la musica. Spero davvero che con il tempo la musica diventi più di una semplice passione; spero che un giorno si converta nel mio lavoro. Chissà…
Elisa: il mio sogno nel cassetto è avere successo nel mondo del canto. Purtroppo per il momento non ho mai avuto la possibilità di studiare in scuole o accademie specialistiche. Tuttavia, spero di averne l’occasione per approfondire sempre di più la conoscenza di questo campo che mi affascina tantissimo.

Il testo di “Vicini ma lontani” parla chiaramente d’amore. Un amore che però sembra non esserci più. È indirizzato a qualcuno?

Maiki: il testo che ho scritto è dedicato alla mia ex fidanzata. Con questa canzone comunico ciò che ho sentito e sento dentro. La mia intenzione è quella di mandarle messaggio, vorrei farmi capire da lei.

Dareste un incoraggiamento a chi, come voi, sta intraprendendo una carriera in ambito musicale?

Maiki: non bisogna mai mollare e, soprattutto, mai farsi scoraggiare da chi cerca di sminuire i sogni dicendo: “No, questo non si può fare”. Tutto è possibile.
Elisa: ci terrei ad incoraggiare tutti coloro che hanno un sogno nel cassetto. Mai arrendersi e credere sempre in sé stessi, nelle proprie capacità.

Ci tenete a ringraziare qualcuno in particolare?

Elisa e Maiki: ci terremmo entrambi a ringraziare tutto lo staff della 1901.Studio di Bergamo per la cordialità e il tempo che sono stati dedicati. Grazie davvero.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.