BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Espulso, rientra a Dalmine col nome della moglie: le impronte lo smascherano

Un albanese di 28 anni

Più informazioni su

Arrestato in flagranza di reato dai carabinieri della Compagnia di Treviglio per reingresso illegale sul territorio nazionale l’albanese 28enne, clandestino, già espulso coattivamente nell’agosto 2016 tramite la frontiera aeroportuale di Milano-Malpensa. Lo straniero, all’epoca, data la sua clandestinità, dopo la convalida del giudice di pace di Bergamo, era stato accompagnato alla frontiera aerea e riaccompagnato così in Albania. Lunedì pomeriggio, sulla via provinciale di Dalmine il giovane è stato dapprima rintracciato dalla polizia locale e poi affidato ai carabinieri della locale stazione.

Ai militari lo straniero ha però dato il cognome della moglie, dato anagrafico dallo stesso formalmente modificato nel paese d’origine per poter verosimilmente eludere i controlli qui in Italia, una volta rientrato illecitamente. Tramite le impronte digitali i carabinieri hanno accertato il fatto che era stato già espulso dall’Italia da oltre due anni.

A questo punto è scattato l’arresto obbligatorio in flagranza di reato per l’unica ipotesi rimasta esecutiva dalla legge “Bossi-Fini” in materia di clandestinità. In mattinata, al tribunale a Bergamo, si celebrerà l’udienza di convalida per direttissima.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.