BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Blu Basket Treviglio

Informazione Pubblicitaria

Remer super: conquista i playoff battendo la Virtus Roma capolista

Una Remer Treviglio super: conquista i playoff battendo la Virtus Roma capolista nella partita disputata domenica 7 aprile al PalaFacchetti. Il match si è concluso 85-68 a favore dei trevigliesi.

Una Remer Treviglio super: conquista i playoff battendo la Virtus Roma capolista nella partita disputata domenica 7 aprile al PalaFacchetti. Il match si è concluso 85-68 a favore dei trevigliesi (21-13, 20-23, 25-18, 19-14).

Remer Blu Basket Treviglio: Lorenzo Caroti 19 (2/4, 2/6), Andrea Pecchia 15 (5/6, 1/1), Chris Roberts 14 (1/4, 4/6), Jacopo Borra 10 (5/7, 0/0), Mitja Nikolic 9 (1/4, 2/8), Davide Reati 7 (0/1, 2/4), Mattia Palumbo 6 (1/1, 0/0), Ursulo D’almeida 5 (2/3, 0/0), Edoardo Tiberti 0 (0/2, 0/0), Matteo Belotti 0 (0/0, 0/0), Soma Abati toure 0 (0/0, 0/0), Andrea Siciliano 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 18 / 24 – Rimbalzi: 31 7 + 24 (Andrea Pecchia, Jacopo Borra 8) – Assist: 22 (Lorenzo Caroti 8)

Virtus Roma: Nic Moore 15 (2/4, 3/5), Aristide Landi 11 (3/11, 1/5), Henry Sims 10 (5/11, 0/0), Tommaso Baldasso 8 (2/5, 1/4), Amar Alibegovic 8 (4/6, 0/1), Massimo Chessa 7 (0/0, 2/4), Daniele Sandri 5 (1/3, 0/1), Marco Santiangeli 4 (2/5, 0/0), Andrea Saccaggi 0 (0/0, 0/0), Edoardo Lucarelli 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 9 / 13 – Rimbalzi: 38 14 + 24 (Aristide Landi 11) – Assist: 12 (Nic Moore 6)
Serie A2 girone ovest- 28^ giornata
Remer Treviglio – Virtus Roma 85-68

Treviglio conquista con merito i playoff al cospetto della capolista Virtus Roma

Scontro al vertice al Palafacchetti, con una Virtus Roma chiamata a conquistare la promozione diretta ed una Remer Treviglio che cerca di blindare la qualificazione ai play off.

Inizio boom per Treviglio con le triple di Nikolic e Caroti, che raggiunge subito il massimo vantaggio. L’approccio trevigliese sorprende la Virtus che sembra accusare il colpo. Qualche leziosismo biancoblu rimette però in corsa Roma che arriva ad un -8 a -1’29”. Con le due squadre in bonus s’inizia la girandola dalla lunetta. Palumbo mantiene però lontana Roma che tenta l’ultimo assalto, ma la difesa di casa tiene bene e chiude la prima frazione avanti 21-13.

Seconda frazione. Si riparte con un nuovo giro in lunetta di Palumbo (2 su 2). La tripla di Moore riporta sotto la doppia cifra di svantaggio i suoi. Alibegovic in semigancio accorcia ulteriormente ed arriva puntuale il time out di Vertemati. Palumbo arriva a 6 punti nella sua partita ma la tripla di Chessa riporta a due possessi di svantaggio. Pronta risposta con la tripla di Roberts poi è Moore a far la voce grossa in area trevigliese. Altra tripla di Roberts non replicata da Baldasso che non trova un amico nel ferro. Anche Chessa prova dalla lunga senza fortuna. Treviglio difende forte e conquista nuovamente palla ma il possesso non porta a nulla. Si rivede Sims dal pitturato che poi commette fallo su Pecchia. Roma continua a sciupare in attacco ma è la Remer che continua l’ottima applicazione difensiva. Si lotta sotto le plance con il duello Sims-D’Almeida. La schiacciata di D’Almeida su suggerimento di Pecchia conclude un’ottima azione difensiva. Roma continua a forzare dalla lunga e D’Almeida compie il terzo fallo nella battaglia con Sims. Moore fa 2 su 2 dalla carità poi è Caroti con la tripla che permette un nuovo allungo a Treviglio (+9). Roma comincia ad innervosirsi ed un fallo a centrocampo di Moore suggerisce a Bucchi un intelligente time out. Il giro in lunetta premia Caroti (2 su 2). A 160” Treviglio è ancora avanti di 10 punti. Ancora Sims protagonista con il canestro valido ma il fallo in attacco che riporta Caroti in lunetta (2 su 2). Continua la battaglia sotto le plance con Treviglio ancora forte a rimbalzo e sul contropiede è Pecchia a subire fallo ed a realizzare altri due punti dalla lunetta. Risponde Moore da sotto ma la gara non ha un attimo di pausa. Moore è mortifero da oltre arco e poi Santiangeli accorcia ulteriormente: con un 7-0 di parziale Roma si rifà sotto chiudendo la frazione sotto di soli 5 punti ma con Treviglio avanti 41-36.

Terzo periodo. Il jump di Borra inaugura il tempo ma risponde subito Sims. L’infrazione di 24” di Treviglio premia l’ottimo lavoro difensivo di Roma che giganteggia poi a rimbalzo in attacco. Landi sfrutta da oltre arco il terzo possesso consecutivo e gara riaperta (-2). Si rivede Roberts da dentro l’arco poi arriva il terzo fallo di Sims . Lo segue poco dopo Landi. Pecchia è ancora incisivo in reverse. La battaglia Borra-Sims porta al terzo fallo per il nostro 99. Scorrono i secondi ed arriva la tripla di Pecchia a -4’48”. Sul -9 Bucchi richiama i suoi in panchina per gli ultimi 270” della frazione. Sims con il suo tapin chiude l’ennesimo extra possesso di Roma. La tripla di Chessa riporta sotto i capitolini ma c’è ancora il tiro da oltre arco di Roberts. Finta spettacolare di Caroti che aggiusta i piedi e realizza un’altra tripla che vuol dire nuovamente +10. La panchina di Roma è costretta ad un nuovo time out. Sims fallisce dal pitturato e sull’azione seguente arriva la tripla di Nikolic. Sandri con un gioco da tre risponde prontamente. Anche Alibegovic tutto solo in area mette dentro il piazzato seguito dalla schiacciata di Pecchia. Treviglio va in bonus e Chessa si presenta dalla carità (1 su 2). Sandri, quarto fallo, interrompe una serpentina di Caroti (2 su 2 dalla lunetta). Landri è lesto a farsi spazio in area. Reati sul fil di sirena ed in allontanamento porta il suo contributo da oltre arco mandando le squadre all’ultimo riposo 66-54 per Treviglio.

Quarto periodo. Caroti fa e disfa. Prima perde palla poi la recupera e incuneandosi in area guadagna un giro in lunetta per il +14. Altra palla persa da Roma con Caroti che va via in contropiede per il +18. Roma è costretta a chiamare l’ultimo time out a -8’45”. Spettacolare rientro con la Remer che continua a difendere forte e solo per un soffio non va a segno l’alley oop di D’Almeida. Alibegovic stoppato fallosamente da Pecchia fa 0-2 dalla lunetta. Baldasso fa tutto da solo e mette dentro da sotto. Chessa si vede sputare fuori la palla da oltre arco. Quattro rimbalzi sotto il canestro di Treviglio si risolvono con Borra che si prende il fallo e costringe Sims al quarto. Pecchia trova un canestro prezioso nonostante l’interferenza. Sims a -5’38” commette il quinto fallo e per l’americano arriva anche un tecnico con Reati che realizza dalla lunetta. Roma in affanno e anche per Landi arriva il quarto fallo (in attacco). Borra in tap porta la Remer a +19. Altro fallo per la Virtus con Caroti che in lunetta fa 1 su 2. La tripla di Roberts porta al nuovo massimo vantaggio. Landi prova dalla lunetta a rendere il passivo meno pesante (2 su 2). Reati mette dentro la sua seconda tripla con Landi che risponde da sotto. Mancano 210” ma l’inerzia ed il risultato sono ormai targati Treviglio. Roberts va in lunetta per un inusuale 0 su 2. Anche D’Almeida va in lunetta (1 su 2). Baldasso mette a segno la sua prima tripla. Ancora bel movimento di D’Almeida (+22). Risponde Landi. Moore mette dentro un’altra tripla ma la partita è praticamente terminata. Tripudio biancoblu con i ragazzi di Vertemati che conquistano meritatamente per il terzo anno consecutivo i play off con una magistrale prestazione in difesa (Roma bloccata sotto i 70 punti) e con un Caroti oggi miglior giocatore in campo. Bene anche il solito capitan Pecchia, Roberts e Borra. Per la Virtus occasione sprecata per chiudere a suo favore un campionato che fino ad oggi aveva sostanzialmente dominato. Per la Remer ora altre due gare per cercare il miglior piazzamento in attesa della sognata e guadagnata post season.

Giuseppe De Carli

Il video – La felicità negli spogliatoi

Foto: Remer Treviglio – Virtus Roma

Remer Treviglio - Virtus Roma

Foto: Remer Treviglio – Virtus Roma

Remer Treviglio - Virtus Roma

 

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.