BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gasp pensa solo al Bologna: “Adesso ogni partita è difficile, gioca chi sta meglio”

Niente turnover pesante in vista dell'Inter, contro i rossoblu di Mihajlovic possibili solo un paio di cambi: "È un momento decisivo per tutti, abbiamo visto il Milan con l'Udinese".

Arriva il Bologna e domenica si va dall’Inter: scatta il turnover per l’Atalanta? Gasperini pensa all’oggi più che al domani e quindi a schierare la miglior formazione possibile.

In casa però sembra più difficile vincere: “Certo possiamo migliorare il rendimento se sfruttiamo il calendario casalingo e possiamo salire ancora, oggi virtualmente siamo sesti e se non sbagliamo e vinciamo gli altri fanno fatica a prenderci”.

I risultati degli anticipi potrebbero spingervi…per esempio il pareggio del Milan con l’Udinese.

“In realtà in questo momento ogni partita è difficile per noi come per gli altri, abbiamo visto il Milan con l’Udinese…È difficile fare un filotto. Chi è in fondo fa il massimo e fa cose che prima non era riuscito a fare. È un momento decisivo per tutti”.

Sarà diverso rispetto alla partita col Chievo che si è chiuso?

“Il risultato adesso comincia a pesare tanto e anche per noi non è facile… In casa soprattutto servono soluzioni che ultimamente un po’ ci sono mancate, su palle inattive o punizioni… Adesso serve tutto, anche il giocatore che ha giocato meno (si parla anche del buon ingresso di Reca a Parma, ndr) e può dare una spinta in più, può diventare determinante”.

Sul discorso turnover Gasp si blocca e non anticipa nulla: “Noi abbiamo delle certezze che danno continuità alla squadra, poi chi ha freschezza serve sempre”.

Il cambio potrebbe comunque riguardare un esterno (Gosens) o un centrale (Djimsiti).

Sul Bologna Gasp elogia il collega: “Mihajlovic è stato molto bravo a dare un’impronta e fiducia alla squadra, equilibrata ma molto offensiva. Ha cambiato fase d’attacco e dato un cambio di marcia”.

Infine ancora sulla formazione e le scelte che lasciano sempre qualche dubbio, considerati i tre impegni settimanali: “Toloi sta risolvendo il suo problema, ma se ne parlerà più avanti”.

Cambi? “Io penso alla partita col Bologna. Dagli allenamenti cerco di capire chi sta meglio, ma non vado a minutaggio se decido di far giocare uno invece che un altro… Domenica il Parma ha fatto entrare gente fresca e abbiamo dovuto anche noi fare dei cambi perché i nostri difensori avevano speso molto”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.