BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Costa Volpino, la marcia della pace dei giovani per dire no ai conflitti foto

Un no alla guerra cantato con una semplicità toccante, un messaggio meraviglioso che è bene ribadire in questi tempi in cui preferiamo facce imbronciate e sopracciglia aggrottate a sorrisi smaglianti

Sulle note della meravigliosa canzone di Moro e Meta, Non mi avete fatto niente, per il secondo anno di fila a Costa Volpino in un soleggiato sabato di marzo è partita la Marcia al servizio della pace, diamo colore al mondo.

Persone dai mille colori e di diverse età che camminano insieme; sì, perché la vita è un percorso, sicuramente più gradevole se fatto insieme. In un pianeta, l’unico a nostra disposizione, lacerato da odio e violenza si è voluto condividere un messaggio di pace.

Niente petardi o fumogeni, solo scintillanti arcobaleni e mani unite per ricordarci che è proprio l’unione a fare la forza. Un no alla guerra cantato con una semplicità toccante, un messaggio meraviglioso che è bene ribadire in questi tempi in cui preferiamo facce imbronciate e sopracciglia aggrottate a sorrisi smaglianti.

Una terra ferita non solo nei suoi organi ma nel suo orgoglio, una terra che dovrebbe essere casa e rifugio di tutti, perché siamo tutti cittadini di questo cagionevole mondo; questo è il meraviglioso messaggio che hanno voluto condividere.

In fondo non siamo tutti umani? Sinagoghe, moschee, chiese, non sono forse tutte case della stessa speranza? La marcia, da Costa Volpino, si è diretta a Pisogne, quasi per volere simboleggiare la voglia e la speranza di oltrepassare i confini (in questo caso, di due province diverse). Durante il tragitto sono state, inoltre, condivise molte testimonianze di fede, di sostenibilità, di cultura, tutte diverse ma al contempo uguali, tutte desiderose di condividere lo stesso messaggio di solidarietà.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.