• Abbonati
Banca

Ubi, accordo coi sindacati per altri esuberi, costi per 64 milioni nel 1° trimestre

UBI Banca sigla Accordo sindacale nell’ambito del Piano Industriale di Gruppo

Ubi Banca nella giornata di giovedì 28 marzo ha siglato, con tutte le Rappresentanze Sindacali, l’Accordo che disciplina l’ulteriore fase del piano di esodi volontari correlato agli efficientamenti e alle sinergie definiti nell’ambito del Piano Industriale 2019/20 del Gruppo UBI, aggiornato con l’acquisizione delle 3 Banche avvenuta nel maggio 2017.

L’Intesa sindacale, che prosegue il percorso tracciato con l’Accordo Quadro del 26.10.2017 e l’Accordo 6.9.2018, riguarda l’accoglimento di ulteriori 215 domande di ingresso al Fondo di Solidarietà di Settore già presentate in occasione del precedente piano di esodi, attivato con il citato Accordo del 26.10.2017, che aveva registrato richieste di adesione volontaria all’esodo superiori a quelle ammesse e finalizzate nella prima fase di attuazione del piano medesimo.

Inoltre, è stata prevista, anche a fronte delle recenti novità normative in materia pensionistica (tra cui la cd. “quota 100”), la possibilità di uscita per ulteriori 80 risorse, con accesso diretto alla prestazione pensionistica INPS nell’anno 2019.
L’uscita di tali risorse è prevista già a partire dal mese di maggio 2019 e i relativi oneri, pari a circa 64 milioni di euro lordi, saranno contabilizzati nei risultati nel primo trimestre del 2019. Le conseguenti sinergie di costo sono stimate in 19 milioni di euro annui a partire dal 2019.

Prosegue, inoltre, in coerenza con le previsioni di Piano Industriale, il ricambio generazionale correlato all’iniziativa di esodo, che consentirà, a sostegno anche dell’occupazione giovanile, l’ingresso di circa 100 nuove risorse entro il 2020. L’Accordo rappresenta un’ulteriore fase del processo di razionalizzazione degli organici del Gruppo che proseguirà in linea con le previsioni di Piano Industriale.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI