BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Benigni (FI): “Degrado e insicurezza all’ordine del giorno, non solo in campagna elettorale”

"Sono anni che denunciamo ripetutamente situazioni di degrado e insicurezza nei pressi della stazione"

“Sono anni che denunciamo ripetutamente situazioni di degrado e insicurezza nei pressi della Stazione di Bergamo, di Piazzale Alpini, Via Bonomelli e nei parcheggi che servono l’area, il Metropark e il silo delle Autolinee” dichiara Stefano Benigni, Deputato e Consigliere comunale a Bergamo di Forza Italia.

“Risse e spaccio sono all’ordine del giorno così come sporcizia e degrado. Intere aree della città, tra l’altro molto frequentate da lavoratori e studenti, sono diventate terra di nessuno e luoghi di bivacco per extracomunitari, sbandati e tossicodipendenti. Perché solo ora il Sindaco Gori e l’Assessore alla sicurezza Gandi organizzano un vertice con la polizia locale per discutere del tema? Forse perché siamo a due mesi dal voto e in piena campagna elettorale? In questi cinque anni di Amministrazione targata centrosinistra, abbiamo presentato decine di interpellanze e ordini del giorno in Consiglio comunale affinché la Giunta mettesse in campo azioni mirate in tema di sicurezza, dal presidio h24 delle zone simbolo di degrado al ripristino dell’operazione Strade Sicure per riportare a Bergamo gli Alpini, così come l’incremento della videosorveglianza.

Niente di tutto questo è stato fatto, solo annunci a vuoto, passerelle di ex Viceministri del Governo Renzi o spot elettorali. Nel frattempo i cittadini di Bergamo convivono con una grande percezione di insicurezza, se pensiamo anche agli abitanti di Borgo Palazzo e Boccaleone. L’unica speranza per Bergamo e i suoi cittadini è cambiare Sindaco e Giunta con il voto di maggio” conclude Benigni.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.