Quantcast
Ardesio, con un giorno di anticipo riapre la Provinciale - BergamoNews
Il cantiere

Ardesio, con un giorno di anticipo riapre la Provinciale

Riapre con un giorno di anticipo, lunedì 25 marzo, la strada provinciale 49 che collega Ardesio agli altri paesi dell’Alta Valle Seriana.

Nella giornata di venerdì 22 marzo, il Presidente della Provincia Gianfranco Gafforelli aveva effettuato un sopralluogo in zona e la riapertura era stata fissata per martedì 26.

Con qualche ora di anticipo, alle 13 di lunedì, la strada sarà aperta al transito dei veicoli e il traffico sarà regolato a senso unico alternato.

La provinciale 49 era chiusa dalle primissime ore della mattinata di sabato 9 marzo: quella notte, nella zona del Ponte delle Seghe ad Ardesio, era scesa una consistente frana e i massi avevano invaso la carreggiata. Sul posto erano immediatamente giunti i Vigili del Fuoco, gli operatori della Croce Blu di Gromo e le Forze dell’Ordine. Il traffico era stato deviato lungo la Bani-Novazza, una strada a tornanti e in alcuni punti molto stretta; per questo motivo era stata posta la limitazione al transito dei veicoli che superavano le 35 tonnellate e ai pullman.

Le attività commerciali della zona e gli studenti che dovevano raggiungere gli istituti superiori della Valle sono stati parecchio danneggiati da questa situazione.

Mercoledì 13 marzo, è stato quindi organizzato un vertice in Prefettura a Bergamo al quale hanno preso parte tutti i sindaci dei paesi interessati (Ardesio, Gromo, Valgoglio, Gandellino e Valbondione), le Forze dell’Ordine e i rappresentati della Questura e della Prefettura.

Nel corso di questo incontro i sindaci della zona avevano chiesto la possibilità di una momentanea apertura della strada per i mezzi delle aziende e per i pullman destinati al trasporto pubblico. La richiesta è stata accolta e, venerdì 15 marzo, la provinciale ha aperto a singhiozzo in tre fasce orarie per consentire il passaggio a camion e pullman, mentre gli altri veicoli continuavano ad utilizzare la Bani-Novazza.

Nel frattempo, sono proseguiti senza sosta i lavori di messa in sicurezza del versante franoso e, alle 15.30 di lunedì 18 marzo, la roccia pericolante sul versante è stata fatta esplodere con ben quaranta chili di dinamite. Il venerdì della stessa settimana la visita del Presidente Gafforelli e dalle 13 di oggi (lunedì 25) la tanto attesa riapertura a senso unico alternato per tutti i veicoli.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI