Quantcast
Alluvionati, bufera sui rincari: il Consorzio valuta un passo indietro - BergamoNews
Il caso

Alluvionati, bufera sui rincari: il Consorzio valuta un passo indietro

Il presidente Franco Gatti: "In Consiglio di amministrazione la proposta di esentare quanti hanno subìto danni certificati"

Dopo le polemiche per l’aumento delle tariffe (leggi qui), il Consorzio di Bonifica valuta di fare un passo indietro. Il presidente Franco Gatti non nasconde l’intenzione di voler esentare dall’aumento chi ha subìto danni, certificati, nell’estate 2016, ma la proposta dovrà prima passare dal CdA.

“Stiamo valutando quale proposta portare in Consiglio – commenta Gatti -. L’obiettivo è quello di considerare tutte le persone che hanno presentato domanda di rimborso all’Ufficio Territoriale Regionale”.

La protesta è partita dal Comitato alluvionati di Longuelo contro l’aumento, tra il 7 e l’8%, annunciato mercoledì dal Consorzio di bonifica nel prossimo bollettino, a copertura dei costi di manutenzione straordinaria. Le famiglie alluvionate furono circa 250, ma solo una parte ha ricevuto un risarcimento.

Sull’argomento, tra gli altri, era intervenuto il deputato di Forza Italia e consigliere comunale di Palafrizzoni, Stefano Benigni, chiedere ufficialmente al Presidente del Consorzio di esonerare dagli aumenti le famiglie di Longuelo e dintorni vittime dell’allagamento del 2016.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
longuelo allagata
Il caso
Consorzio di Bonifica, il conto più salato per 122mila cittadini scatena la polemica
Longuelo allagata
L'intervento
Gli alluvionati di Longuelo: “Eventuali rincari siano equamente distribuiti”
Longuelo allagata
In consiglio comunale
Alluvioni, il caso dei rincari: “Attiviamoci per tutelare i cittadini”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI