Quantcast
Taglio degli alberi: una macchina li "salva" mentre una donna si incatena - BergamoNews
Bergamo

Taglio degli alberi: una macchina li “salva” mentre una donna si incatena

Novità per non sradicare le piante, ma un taglio definitivo al piazzale degli Alpini scatena la protesta

Il restyling di Piazzale degli Alpini è iniziato, con il cantiere ormai aperto e che si chiuderà a settembre con la riapertura delle scuole.  Tra le operazioni in atto, nella mattina di giovedì 21 marzo è iniziato il trasloco degli alberi sul lato dell’Urban Center che verranno portati al Parco 8 marzo, in via Leopardi, quartiere San Paolo (dove già ci sono in corso degli interventi di riqualificazione).

Per realizzarlo il Comune di Bergamo si è affidato ad un macchinario arrivato dalla Germania, nata per operazioni di trapianto di alberature: “Si tratta di una macchina necessaria  quando si vuole recuperare gli alberi, salvandoli e portandoli ad una nuova vita. Negli anni il macchinario ha spostato più di due milioni di alberi e il grosso vantaggio rispetto alle operazioni fatte con lo scavatore è che le radici vengono tagliate in maniera chirurgica e non strappata, in più la pianta viene sollevata dalla base, quindi il tronco non viene assolutamente danneggiato”, racconta Francesco Maccazzola, dei Grandi Trapianti Italiani.

Si viene a creare, così, come “un grosso bonsai” che, in due o tre anni di manutenzione, ritorna ad essere una pianta in tutte gli effetti. Infatti, il trapianto che inizia oggi è un percorso che durerà almeno due anni, per riportare le piante in piena forma. Da Piazzale degli Alpini, dove è iniziata l’estirpazione, gli alberi verranno trasportati in al Parco 8 marzo, dove si stanno creando delle buche giganti in cui inserire gli alberi.

“L’abbiamo fatto perché gli alberi presentavano le condizioni per farlo: il tipo di alberatura e l’età. Sono interventi complessi che riescono a preservare la vita degli alberi e che riusciranno a dare loro un nuovo futuro in un parco cittadino”, ha commentato l’assessore all’ambiente Leyla Ciagà.

Le operazioni che si stanno svolgendo in Piazzale degli Alpini, però, non piacciono a tutti: infatti, in mattinata, una donna ha manifestato contro il taglio di un albero secolare, incatenandosi ad uno di esso, per realizzare “una vera manifestazione pro ambiente, invece di una marcia dove mostrarsi a favore, senza esserlo davvero. Si trattava, anche, di un albero dove si stavano già creando dei nidi in vista della primavera”, come ha affermato la manifestante. La donna è stata subito allontanata dal cantiere, ma non è stata sporta denuncia.

alberi tagliati piazzale alpini
alberi tagliati piazzale alpini

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
verde via grismondi
Bergamo
La denuncia: “Mattanza di alberi in via Grismondi a Redona”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI