BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Salvini attacca Gori: “Su Firenze presto la verità, lui non usi l’Atalanta per qualche voto”

Il ministro dell'Interno risponde al sindaco di Bergamo: "Da tifoso (milanista come Gori) mi spiace veder strumentalizzata la tifoseria nerazzurra per la campagna elettorale"

“Governare non è un reality e il ministro dell’Interno non può dare ordini alla Procura”. Così Matteo Salvini risponde a Giorgio Gori sui fatti – ancora da accertare – accaduti lo scorso 27 febbraio a Firenze, quando alcuni tifosi bergamaschi di ritorno dalla trasferta di Firenze per Fiorentina-Atalanta, sono entrati in contatto con la polizia. Un attacco premeditato, hanno sentenziato gli ultrà, mentre dalla Questura di Firenze si è sempre e solo parlato di un intervento reso necessario dalle circostanze.

Mercoledì 20 marzo il sindaco di Bergamo è tornato sull’argomento (leggi QUA), accusando Salvini di aver risolto in brevissimo tempo il caso della Mare Jonio, la nave attraccata martedì 19 a Lampedusa carica di migranti e sequestrata con l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione, e di non aver ancora detto nulla sui fatti di Firenze nonostante sia passato quasi un mese dall’episodio.

“Gori – risponde Salvini – dovrebbe sapere che c’è la separazione dei poteri. In base a questo principio, la magistratura è al lavoro per accertare quanto successo dopo Fiorentina-Atalanta. La Polizia ha fornito la sua versione dei fatti e attendo riscontri ufficiali dall’inchiesta della magistratura”.

“Capisco il clima elettorale – continua Salvini nella sua risposta-attacco -, ma rassicuro il sindaco che sottolinea il proprio attaccamento alla città: come detto più volte non intendo insabbiare la vicenda, ma da tifoso (milanista come Gori) mi spiace vedere strumentalizzata la tifoseria atalantina solo per racimolare qualche voto”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.