Informazione Pubblicitaria

Elav

L'iniziativa

Bergamo racconta il “mostro di Leffe”: all’Elav Circus evento con Antonio Di Pietro

L'appuntamento, intitolato "Nella mente dell'assassino: il caso del 'Mostro di Leffe'", è domenica 24 marzo all'Elav Circus a Bergamo

È stato uno dei casi di cronaca accaduti in Bergamasca che più ha fatto discutere negli anni Ottanta. La vicenda del “mostro di Leffe” sarà al centro di una serata organizzata da Bergamo Racconta finalizzata a ripercorrere quanto avvenne.

L’appuntamento, intitolato “Nella mente dell’assassino: il caso del ‘Mostro di Leffe'”, è domenica 24 marzo alle 18 all’Elav Circus, a Bergamo in via Madonna della neve, 3.

Gian Gavino Sulas, cronista e testimone dei fatti, rievoca con l’avvocato Roberto Magri, difensore dell’imputato, e con l’ex pm Antonio Di Pietro un’appassionante vicenda di cronaca nera nella quale psicologia e criminologia si intrecciano inestricabilmente.

Per cercare di capire meglio cosa può scattare nella testa di un assassino ci sarà anche la psichiatra Sarah Viola.

Era il 13 febbraio 1984: due cadaveri vengono trovati nel sottoscala di una villa di Leffe. Sono i corpi della moglie e della figlia di Giovanni Bergamaschi, il bancario che verrà poi ricordato come “il mostro di Leffe”.

La notizia sconvolge la provincia di Bergamo, sale agli onori della cronaca nazionale e fa partire una caccia all’uomo guidata da un giovane magistrato destinato a diventare famoso, Antonio Di Pietro.

Foto copertina di Nino e Roby Cassotti

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI