BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tangenziale tra via Calvenzano e via Caravaggio: “La pagherà la Bergamo-Treviglio”

L'assessore alla Qualità della città Basilio Mangano: "La possibile realizzazione di questo collegamento, circa tre milioni di euro il costo totale, è stata prevista tramite l'utilizzo di risorse terze, quindi con contributi esterni da parte di privati"

La “tangenziale” a sud della città? La pagherà la Bergamo-Treviglio. Per ora solo una semplice ipotesi ma l’assessore alla Qualità della città di Treviglio Basilio Mangano mette le mani avanti e inizia a teorizzare uno scenario che vede realizzato il collegamento che metterebbe in comunicazione via Calvenzano con via Caravaggio sfruttando le opere compensative legate all’eventuale realizzazione della tanto discussa autostrada che collegherebbe la capitale della Bassa con il centro orobico.

Se da una parte la connessione tra la Treviglio e Bergamo sta incendiando gli animi di chi ne vorrebbe la realizzazione e chi invece ne ripudia in toto il progetto, a Treviglio lo “studio di fattibilità” del collegamento sud che permetterebbe di sgravare il traffico su viale Piave è già stato inserito all’interno del Pop – Programma delle Opere Pubbliche – del prossimo triennio.

Si tratta, ovviamente, di un prospetto sulla carta che, come spiegato dallo stesso assessore Mangano, potrebbe essere realizzato una volta trovati i fondi necessari alla sua esecuzione. In questo contesto particolare entrerebbe in gioco la Bergamo-Treviglio, che potrebbe “dare una mano” al comune nel realizzare un’opera attesa da diversi anni in città: “L’ufficio tecnico ha fatto più valutazioni in merito a questo collegamento – rivela l’assessore commentando la voce del Pop riguardante l’opera -, si tratta a tutti gli effetti di una strada urbana posta a sud della città. La possibile realizzazione di questo collegamento, circa tre milioni di euro il costo totale, è stata prevista tramite l’utilizzo di risorse terze, quindi con contributi esterni da parte di privati. Questo collegamento potrebbe, ad esempio, essere oggetto di futura trattativa come opera compensativa legata alla realizzazione della Bergamo-Treviglio – e sottolinea – Quando mi si chiede come pensiamo di finanziare questo collegamento mi viene in mente anche questa soluzione, cosa che del resto avviene anche se penso ad altri interventi che potrebbero essere fatti sul nostro territorio”.

Solo un’idea al momento, ancor più perché la realizzazione dell’autostrada tra Treviglio e Bergamo non è ancora stata approvata, che però stuzzica e non poco l’assessore “ai lavori pubblici” trevigliese, da sempre grande “tifoso” del progetto del collegamento veloce tra Treviglio e Bergamo, il quale potrebbe cosi vedere realizzata nell’annata 2021 anche una delle principali opere presenti all’interno del programma di mandato dell’amministrazione.

“Si tratta di una collegamento che, partendo da via Calvenzano, dovrebbe passare a nord della BreBeMi per portarsi all’altezza della RSA Anni Sereni, nelle vicinanze dell’ospedale cittadino – ha spiegato l’assessore – Qui, alcune modifiche alla rotonda già esistente oltre che la creazione di un’altra piccola rotativa, permetterebbe l’allacciamento all’opera”.

Mangano, infine, lancia una stilettata alle precedenti amministrazioni di Centro sinistra, colpevoli a suo dire, di aver rinunciato in passato a opere compensative provenienti dalla costruzione della Brebemi, che avrebbero potuto portare, tra le altre cose, alla realizzazione della tangenzialina ora sotto esame: “Treviglio, in passato, dalle grandi infrastrutture non ha ricevuto nessuna opera compensativa; un grande errore amministrativo e politico da parte di chi governava all’epoca – e prosegue – questo collegamento veloce tra via Caravaggio e via Calvenzano poteva già essere stato fatto all’epoca con le stesse modalità che stiamo valutando ora”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.