BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gianluigi Trovesi al Bergamo Jazz 2019: “W la musica!” video

Giovedì 21 marzo, al Teatro Sociale, il concerto evento che aprirà la kermesse di quest'anno. BgNews ha intervistato il maestro in diretta

Ci sono grandi uomini che potremmo sentir parlare per ore, senza stancarci mai. Gianluigi Trovesi è sicuramente uno di questi. I giovani, l’insegnamento, i colleghi … e la musica, la compagna di una vita intera. Per Trovesi un elemento essenziale, ancora più dell’ossigeno.

Gianluigi Trovesi

Più di settant’anni di musica non sono pochi: il piccolo Gianluigi aveva solo quattro anni quando, con la batteria, faceva da spalla ritmica al maestro Gianni Bergamelli, oggi pittore a tempo pieno nelle sale da ballo.

Ci vorrebbe un romanzo per raccontare come sono andate le cose da allora, e forse non basterebbe nemmeno. Gli anni del conservatorio e degli studi di composizione con il maestro Fellegara, il ruolo di primo clarinetto all’orchestra Rai di Milano, una discografia infinita, dal famosissimo – e ormai introvabile – “Dedalo”, all’ultimo “Mediterraneamente”, le tournèe con l’ottetto e i progetti con Gianni Coscia. Tutto questo e molto altro ancora ha contribuito a creare il Trovesi che tutto il mondo ci invidia.

L’omaggio al maestro di Bergamo Jazz Festival 2019 è più che doveroso. Nella serata di giovedì 21 marzo, al Teatro Sociale, un concerto evento aprirà la kermesse di quest’anno. Protagonista indiscusso sul palco sarà il maestro Trovesi, che farà da padrone di casa per i prestigiosi ospiti. Insieme a lui vedremo la pianista israeliana Anat Fort, l’ensemble di “Mediterraneamente” (Paolo Manzolini alla chitarra, Marco Esposito al basso elettrico, Vittorio Marinoni alla batteria, Fulvio Maras alle percussioni) e la Bergen Big Band.

Del musicista che ha suonato in tutto il mondo, noi abbiamo conosciuto la vera amica: quella di un bambino che guarda affascinato i clarinetti della banda. Trovesi conserva ancora quella luce negli occhi quando parla di musica. Sarà questo il segreto dell’eterna giovinezza?.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.