BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

San Pellegrino, continua la ricerca di gestori delle due ex stazioni ferroviarie

Le proposte, che dovranno essere consegnate entro il 30 aprile, saranno propedeutiche ad un nuovo bando di gara. “Un passo necessario per il recupero di due storiche strutture e per un rilancio turistico del paese”.

Più informazioni su

Continua la ricerca di gestori delle due ex stazioni ferroviarie di San Pellegrino. Dopo i primi interessamenti in seguito alla pubblicazione del bando a fine agosto scorso, l’amministrazione comunale ha deciso di pubblicare gli avvisi di manifestazione d’interesse per la concessione di valorizzazione delle due strutture liberty di piazza Granelli e piazza Rosmini (della quale è rimasta la struttura originaria, dopo la demolizione delle parti abusive su indicazione della Soprintendenza).

Una concessione che ha lo scopo di veder realizzati gli interventi di restauro, recupero e arredo degli immobili, lasciando appunto in concessione la gestione e la conduzione dei locali per 30 anni, con il pagamento di un canone annuale.

Gli interessati dovranno presentare una relazione sulle opere di recupero, restauro e arredo che si prevedono di realizzare (attraverso lo studio di fattibilità), oppure potranno accettare lo studio di fattibilità proposto dall’amministrazione comunale. Dovrà inoltre essere presentata una relazione illustrativa delle modalità di gestione della struttura, con indicato il canone annuo da corrispondere al comune per la concessione.

Le proposte, che dovranno essere consegnate entro martedì 30 aprile, non saranno vincolanti, ma anzi propedeutiche alla concessione, che avverrà attraverso un bando di gara.

“Dopo la presentazione delle relazioni” – spiega il sindaco Vittorio Milesi, “verrà presa in considerazione la proposta che si ritiene più adeguata, che sarà punto di partenza poi per la pubblicazione del bando di gara. Il promotore della proposta che verrà presa in considerazione, se non si aggiudicherà la gara, avrà diritto ad una sorta di risarcimento per lo sviluppo del progetto”.

Non si arresta dunque la speranza di poter dare nuova vita a due edifici storici di San Pellegrino. “Abbiamo proposto un meccanismo semplificato rispetto al precedente” – spiega ancora il sindaco Milesi, “per dare la possibilità di proporre delle manifestazioni d’interesse che, partendo dagli studi di fattibilità, possano permettere di recuperare le strutture delle ex stazioni ferroviarie e presentare al loro interno delle attività per la valorizzazione turistica del paese”.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.