BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bando di gara: oltre 4,5 milioni di euro per l’efficientamento energetico

Il bando, pubblicato il 12 marzo sulla Gazzetta Europea e con scadenza fissata al prossimo 12 aprile, coinvolge 155 edifici di proprietà di 58 comuni orobici e 9 plessi scolastici (33 stabili) di proprietà dell’ente provinciale

Più informazioni su

Saranno più di 4,5 milioni di euro gli investimenti previsti dal nuovo bando di gara realizzato nell’ambito del Progetto Faber (Funding Action in Bergamo for Emission Reduction), iniziativa della Provincia di Bergamo volta a supportare e incentivare investimenti nel campo dell’energia sostenibile.

Il bando, pubblicato il 12 marzo sulla Gazzetta Europea con scadenza fissata al prossimo 12 aprile, si articola in tre lotti comprendenti complessivamente circa 155 edifici di proprietà di 58 comuni bergamaschi e 9 plessi scolastici (33 stabili) di proprietà della Provincia di Bergamo e permette di attuare interventi di riqualificazione energetica di strutture pubbliche per un importo previsto di 4,65 milioni di euro.

Giunto a seguito di un precedente bando che ha previsto interventi stimati per 8 milioni di euro orientati all’efficientamento degli impianti di pubblica illuminazione e già attualmente in corso, l’iniziativa coinvolge sia la Provincia di Bergamo che i comuni di Albano Sant’Alessandro, Arzago d’Adda, Azzano San Paolo, Bagnatica, Bariano, Bedulita, Caravaggio, Cassiglio, Bonate Sopra, Calvenzano, Casirate d’Adda, Cenate Sotto, Comun Nuovo, Cornalba, Corna Imagna, Cortenuova, Curno, Dalmine, Dossena, Fara Gera d’Adda, Fara Olivana Con Sola, Filago, Fontanella, Foppolo, Fuipiano Valle Imagna, Levate, Gandellino, Ghisalba, Gorno, Gromo, Locatello, Lurano, Madone, Martinengo, Misano di Gera d’Adda, Mozzo, Pagazzano, Paladina, Pedrengo, Ponteranica, Pontirolo Nuovo, Romano di Lombardia, San Giovanni Bianco, San Pellegrino Terme, Scanzorosciate, Sedrina, Solto Collina, Stezzano, Taleggio, Tavernola Bergamasca, Treviolo, Ubiale Clanezzo, Val Brembilla, Valbondione, Valnegra, Vedeseta, Verdellino e Verdello.

“Questa innovativa quanto importante azione di riqualificazione energetica di edifici pubblici dà seguito a un processo già avviato e i cui risultati sono tangibili – dichiara il consigliere provinciale delegato all’Ambiente Marco Redolfi -. La nostra Provincia con il Progetto FABER rientra in un ristretto numero di realtà italiane che beneficiano di un finanziamento europeo che risponde alle esigenze delle autorità locali in tema di efficientamento energetico e di convergenza verso gli obiettivi ambientali di lotta ai cambiamenti climatici e di riduzione CO2. Ringrazio gli uffici del Servizio Ambiente della Provincia per il prezioso lavoro che stanno svolgendo. Se lanciare un bando di elevata complessità come questo è già una sfida, il coordinamento della rete di comuni locali non è tanto meno semplice. Il valore pubblico ambientale di questa azione è di fondamentale importanza per il territorio e per le future generazioni. Rappresenta un grande passo verso un futuro più sostenibile e rispettoso dell’ambiente”.

Il bando è rivolto in particolare alla selezione di una E.S.Co. (società di servizi energetici) per l’affidamento in concessione del servizio di riqualificazione energetica, comprensivo delle attività di individuazione e realizzazione dei relativi interventi e della gestione, conduzione e manutenzione degli edifici pubblici, il cui scopo è quello di ottenere una riduzione minima garantita dei consumi energetici pari ad almeno il 20% per ciascun lotto rispetto ai consumi energetici attuali.

Secondo la procedura, la Provincia e i comuni coinvolti dovranno stipulare con le E.S.Co. aggiudicatarie contratti per servizi di efficientamento energetico con garanzie di risultato, mentre la durata massima del contratto è pari a 180 mesi, comprensiva dei tempi previsti per la realizzazione degli interventi di riqualificazione energetica sugli edifici.

Analizzando i costi attuali indicativi di approvvigionamento energetico degli ultimi anni, si può notare come questi ammontino a circa 1.916.807 euro annui per l’energia termica e 950.905 euro per l’energia elettrica e i quantitativi indicativi annui di approvvigionamento energetico ammontano a circa 36.061.331 kWht di energia termica e 5.008.088 kWhe di energia elettrica, a cui si aggiungono i costi per la manutenzione che ammontano a circa 308.606 euro all’anno.

Nell’attuare il Progetto Faber infine la Provincia di Bergamo ha inoltre usufruito di un finanziamento che si avvale dello strumento di assistenza tecnica ELENA, sviluppato dalla BEI (Banca Europea per gli Investimenti) in partnership con la Commissione Europea.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.