BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Giacomo Stucchi è il candidato sindaco del centrodestra a Bergamo

Il leghista, originario di Verdello, già senatore e presidente del Copasir è stato ufficializzato

Come annunciato  da Bergamonews (leggi) Giacomo Stucchi è il candidato a sindaco di Bergamo per il centro-destra. Il leghista, originario di Verdello, già senatore e presidente del Copasir (il Comitato parlamentare per la sicurezza) è stato ufficializzato con il via libera al suo nome da parte non solo del Carroccio ma anche di Forza Italia e di Fratelli d’Italia che, ricordiamo, avevano nelle scorse settimane già lanciato dei propri esponenti per la corsa alla carica più importante della città, vale a dire Gianfranco Ceci e Andrea Tremaglia.

In realtà per mesi il centro-destra bergamasco ha cercato un nome “non politico” da contrapporre a Giorgio Gori, l’attuale primo cittadino che ha confermato la propria volontà di correre per il bis già da tempo, ma non è emersa alcuna ipotesi concreta di un esponente della cosiddetta società civile, così i partiti hanno lanciato i propri candidati, mentre di fatto si cercava qualcuno che mettesse tutti d’accordo. Non è stato facile viste le pretese degli altri partiti del centrodestra e gli equilibri da mantenere tra Forza Italia, Carroccio e Fratelli d’Italia nel resto della Lombardia e non solo.

La quadra è stata trovata su Giacomo Stucchi, leghista doc, 50enne e possibile candidato del Carroccio dall’estate 2018. Giornalista, consulente di strategie e marketing aziendale e con un lungo cursus honorum in politica: iscritto alla Lega dal 1987, consigliere provinciale di Bergamo dal 1995 al 1999, eletto nel 2013 senatore nella Circoscrizione Lombardia per la Lega Nord, Segretario del Senato della Repubblica per la Lega Nord per la prima volta al Senato e presidente del Copasir nello stesso anno.

Il suo curriculum, insomma, parla da sé. Una garanzia di serietà, professionalità e preparazione che, alla fine dei giochi, non poteva che convincere definitivamente il centro-destra a sostenerlo. Nonostante i ritardi (fuori tempo massimo, vista la campagna elettorale che Gori sta già facendo da diversi mesi via social con video e caffè al bar dei quartieri coi cittadini), ci siamo e questa volta per davvero: può finalmente e ufficialmente iniziare la corsa verso la poltrona di Palazzo Frizzoni.

La vittoria di una o dell’altra parte non sarà scontata. Giorgio Gori, Giacomo Stucchi e Nicholas Anesa (il nome scelto dai 5 Stelle): scenderenno in campo tre importanti candidati da profili profondamente diversi, ma che, di certo, non renderanno noiosi i prossimi mesi di campagna elettorale.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.