Insultò i napoletani: confermata la sospensione al direttore sportivo della Remer Blubasket - BergamoNews
Treviglio

Insultò i napoletani: confermata la sospensione al direttore sportivo della Remer Blubasket

Sui social si era lasciato andare a una serie di epiteti contro i napoletani

Il Tribunale Federale, nella seduta del 12 marzo 2019, ha confermato il provvedimento di sospensione cautelare da ogni attività federale e sociale per Massimo Gritti, Direttore Sportivo della Blu Basket 1971. Il provvedimento è arrivato dopo la spiacevole vicenda che ha visto coinvolto il DS della squadra di pallacanestro di Treviglio che sui social network si era lasciato andare a una serie di epiteti poco eleganti contro i napoletani.

gritti

“Che cosa pretendono di ricevere sti napoletani di m… in giro per l’Italia” aveva commentato Gritti sul proprio profilo Facebook in seguito a un episodio dubbio avvenuto durante la partita di Serie A Tim tra Juventus, di cui Gritti è grande tifoso, e la formazione partenopea.

gritti

Dopo questa uscita poco elegante, soprattutto per la figura sportiva che Gritti rappresenta, si era scatenato un vero e proprio uragano sul dirigente trevigliese, con la frase incriminata che è finita direttamente sui banchi della FIP, la Federazione Italiana Pallacanestro, che dopo aver richiamato Gritti ora è passata ai fatti, confermando lo stop cautelare verso il dirigente.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it