Emergenza case popolari, misure per disabili e pensione di cittadinanza: il nuovo notiziario Cisl - BergamoNews
A cura di

CISL pensionati informa

Mercoledì 13 marzo

Emergenza case popolari, misure per disabili e pensione di cittadinanza: il nuovo notiziario Cisl

Nuovo appuntamento con il notiziario di Fnp Cisl, contenente novità sui temi caldi del momento e aggiornamenti sulle iniziative del sindacato

Emergenza Case Popolari in Lombardia

Cgil, Cisl e Uil Lombardia e i sindacati degli inquilini Sunia, Sicet, Uniat, hanno manifestato per chiedere la modifica del Regolamento per l’accesso alle case popolari. Un regolamento che i sindacati ritengono iniquo e discriminatorio, che penalizza proprio chi è in condizione di maggiore fragilità. Sono oltre 60mila le famiglie in graduatoria per l’assegnazione di un alloggio popolare in Lombardia.

In CISL la giornata dell’8 Marzo

L’8 marzo è la giornata della donna, e la CISL di Bergamo ha dedicato diversi momenti alla celebrazione della “Giornata Internazionale, per ricordare sia le conquiste sociali, economiche e politiche, sia le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono state e sono ancora oggetto in quasi tutte le parti del mondo”.

Recanati in segreteria regionale

Dal sindacato dei pensionati FNP CISL di Bergamo alla segreteria regionale lombarda. Dopo un percorso condiviso con tutta la dirigenza dei pensionati di Lombardia, il consiglio generale della categoria regionale, riunito a Zanica, ha eletto questa mattina Onesto Recanati segretario regionale, per collaborare con il segretario regionale Fiorella Morelli e il segretario generale.

Misure B1 e B2: la Regione per i disabili

Per l’anno 2019 Regione Lombardia ha confermato il programma degli interventi sociosanitari finalizzati a favorire il mantenimento al proprio domicilio delle persone di ogni età, minori e adulti, con gravissima disabilità e persone anziane con grave disabilità e non autosufficienti. Le Organizzazioni sindacali confederali unitariamente hanno chiesto un maggiore impegno finanziario di Regione Lombardia, ma anche criteri di accesso e adeguatezza delle prestazioni erogate per compensare il carico assistenziale garantito dalla famiglia tramite un suo componente o un’assistente/badante regolarmente assunto. In particolare la CISL e la FNP (federazione nazionale pensionati) hanno chiesto precise garanzie per assicurare nel corso dell’anno il completo soddisfacimento delle domande che saranno presentate; nessun disabile e nessuna famiglia deve essere lasciata sola.

La Cisl di Bergamo torna a crescere

Ricomincia a crescere, e con decisione, il ritmo del tesseramento della CISL di Bergamo: in linea con la lenta uscita dalla crisi, anche i numeri degli associati al sindacato di via Carnovali, infatti, riprendono il trend positivo, facendo superare quota 125.000. Il tesseramento 2018 si è chiuso con 2.130 iscritti in più. dopo anni, riprende a crescere il tesseramento anche tra gli
edili, e la FILCA guadagna 26 nuovi iscritti). Fuori discussione il continuo appeal occupazionale del commercio e del terziario, che si riflette in 876 tessere in più per FISASCAT, colpisce positivamente il salto della FIT CISL (trasporti e cooperative di logistica) che cresce di 272 soci, e dell’agroindustria, con FAI che iscrive 122 lavoratori in più del 2017. Resiste il primato del metalmeccanici, con FIM CISL Bergamo che rimane tra le categorie degli attivi una delle più numerose in Lombardia (la prima in assoluto di Bergamo), con i suoi 12.636 iscritti, mentre Funzione Pubblica risale di 41 nuovi tesserati.

All’Inas, la Pensione di cittadinanza

Sono partite anche all’INAS di Bergamo le code per la presentazione della domanda per la Pensione di Cittadinanza. Necessaria la dichiarazione ISEE. C’è tempo fino al 31 marzo.

leggi anche
  • La denuncia
    Pensione di cittadinanza a Bergamo: “Insufficiente e difficile da ottenere”
    pensione pensionato
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it