BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ha solo un anno, ma ha già aiutato 376 aziende a innovarsi e lavorare in rete

L'Innovation & Technology Hub di Imprese & Territorio presenta i suoi primi dati: il sostegno della rete e degli esperti ha portato a investimenti stimabili in circa 20 milioni di euro.

Più informazioni su

Un anno dopo il suo lancio, l’Innovation and Technology Hub ha già supportato 376 interventi concreti, corrispondenti a grandi linee al numero aziende che hanno potuto fruire delle sue proposte: imprese già pronte e predisposte a usare in maniera consapevole alcune opportunità e decise a investire in innovazione.

Innovazione che, prima ancora di essere di progetto e processo, è di concetto: il lavorare in rete, trasversalmente a settori e associazioni.

Il progetto era nato a gennaio 2018, con la formalizzazione di un contratto di rete tra tutti i centri servizi di riferimento delle dieci associazioni che fanno capo a Imprese & Territorio, per dare vita a un Digital Innovation Hub dedicato prevalentemente alle piccole e medie imprese bergamasche, con sede all’interno del Point di Dalmine.

Un modo per valorizzare le sinergie tra le strutture nascenti o già esistenti del territorio: “Abbiamo voluto creare un contratto di rete attraverso le società di servizi delle nostre organizzazioni per far confluire le esigenze specifiche di tutte le nostre aziende – ha sottolineato con soddisfazione Alberto Brivio, Presidente di Imprese&Territorio – E il nostro obiettivo chiaro è sempre stato quello di conseguire i bisogni specifici delle aziende: i risultati si vedono già dopo un anno ma vogliamo continuare su questa strada, affichè ci sia davvero un processo innovativo per tutte le imprese del territorio”.

Il meccanismo creato prevede un lavoro quasi sartoriale, su misura, in base a bisogni e attese, capace di interpretarli e di creare connessioni con soggetti più esperti per avvicinare mondi tecnologicamente avanzati che difficilmente da sola l’azienda avrebbe potuto intercettare: ne è nata una rete con 9 sedi provinciali collegate a quella principale del Point di Dalmine, con 18 funzionari dedicati e oltre 80mila imprese rappresentate.

Con l’obiettivo di rafforzare le competenze e la capacità di operare nelle aree strategiche dell’innovazione tecnologica e dell’impresa 4.0, l’I&T Hub ha messo le aziende nelle migliori condizioni per valorizzare tutte le opportunità offerte da voucher camerali e ministeriali e dalle perizie d’impresa, muovendosi tra gli ambiti più diversi, dalla cybersicurezza all’agroalimentare, passando per l’e-commerce e i servizi sociali.

I progetti realizzati e in corso accompagneranno investimenti delle aziende stimabili in 20 milioni di euro, di cui due terzi coperti con risorse proprie, sintomo di una già spiccata predisposizione all’innovazione.

Solo per i voucher camerali di Misura A, indirizzati all’introduzione delle tecnologie, nel 2018 sono stati realizzati 3 progetti di rete con il coinvolgimento di 21 aziende e in fase di avvio ce ne sono già altri 5 con 19 realtà interessate.

Uno dei primi progetti presentati è stato quello capace di mettere in rete ottici e optometristi della provincia, con il coordinamento di Federottica Bergamo: “Il fine era quello di una migliore comunicazione e di un orientamento nel mondo del web e dei social – hanno spiegato Paolo Zirafa, di Ottica Zirafa, e il presidente di Federottica Bergamo Marco Benedetti – Siamo stati aiutati nella compilazione e nella parte descrittiva del bando. Per noi è stata una grande occasione di interazione, confronto e sinergie con persone e realtà diverse per promuovere la nostra professione”.

Ma l’Innovation & Technology Hub di Imprese & Territorio guarda ancora avanti, puntando a un maggiore rafforzamento della capacità di agire in maniera integrata: valorizzando le competenze specifiche, potenziando le sinergie, delineando modelli operativi.

E perché no, magari incrociando la propria strada con quella del “gemello” Digital Innovation Hub di Confindustria Bergamo:Non abbiamo alcuna preclusione – ha ammesso Edoardo Ranzini, coordinatore di Imprese & Territorio – Ogni progetto che può essere coinvolgente è il benvenuto. Non ci siamo mai confrontati ma in un’ottica di progetto verticale è qualcosa che potrebbe funzionare. Non facciamo personalismi, l’obiettivo deve essere sempre quello di agire nell’interesse delle aziende del nostro territorio”.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.