BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ginnastica artistica sport per tutti: chi ha detto che è solo da femmine?

Ai numerosi stereotipi di genere nello sport, la palestra della Ginnastica Brusaporto vuole raccontare la sua realtà dove settimanalmente si allenano ginnaste e anche ginnasti

Più informazioni su

Domenica 3 marzo Ambra Garavaglia scriveva un post su Twitter “Gara di ginnastica artistica. Leo unico maschio. Dopo neanche mezz’ora dall’inizio alcune persone commentano “ma dovrebbe fare calcio o pallavolo al massimo?”.

La scrittrice e prima di tutto hostess, conosciuta per i suoi racconti sulla vita in aeroporto, ha voluto condividere la sua disapprovazione nei confronti di chi ancora pensa agli stereotipi misurati nello sport.

La notizia si è diffusa nel web fino ad arrivare anche nella palestra della Ginnastica Brusaporto dove settimanalmente si allenano ginnaste e anche ginnasti.

Circa 30 gli atleti che coordinati da i loro i istruttori e dalla presidente si impegnano per portare avanti questo sport che oltre ad essere impegnativo è sicuramente per tutti.
La società esiste da moltissimi anni e da altrettanti sono presenti piccoli gruppi di maschi di differenti età che nel corso del tempo hanno raggiunto traguardi importanti.

Nel 2018 infatti Gabriele (12 anni) e Mattia(14anni), ginnasti ancora presenti, hanno ottenuto un primo e un secondo posto nella fase nazionale. Presente nella squadra anche Alessandro (8 anni) che da poco ha iniziato ad allenarsi e che nei prossimi mesi lo vedrà protagonista in una gara di livello regionale.

Da 4 anni la Ginnastica Brusaporto si è inserita nel circuito gare del CSI sia maschi che femmine partecipano. Al momento la società è l’unica nella bergamasca ad avere un rappresentanza maschile, ma l’augurio è sempre quello di far conoscere l’attività a più bambini possibili.
Non avendo a disposizione molti spazi, i ragazzi si allenano con le ginnaste ed è un valore in più che la squadra vuole sottolineare. Il sostegno e il tifo si fanno sentire da entrambe le parti ed è il bello di uno sport che pur essendo individuale porta comunque a sentirsi dentro ad un gruppo.

La forza della ginnastica artistica, ma come quella di qualsiasi altra disciplina sta nel formare degli atleti appassionati, volenterosi di dare il massimo per se stessi e per la squadra mirando ad obiettivi sempre ambiziosi da raggiungere.

Uno di questi potrebbe essere proprio quello di sfatare gli inutili stereotipi di cui la Garavaglia ha portato alla luce e di cui la Ginnastica Brusaporto ha saputo cogliere e trasformarli in valore aggiunto.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.