Quantcast
Frana ad Ardesio, preoccupazione per il trasporto studenti: "Si trovi una soluzione" - BergamoNews
I genitori e i politici

Frana ad Ardesio, preoccupazione per il trasporto studenti: “Si trovi una soluzione”

Timori per i 200 studenti della Valseriana che si recano alle scuole superiori dopo la frana caduta lungo la strada provinciale 49 ad Ardesio nella mattinata di sabato.

Timori per i 200 studenti della Valseriana che si recano alle scuole superiori dopo la frana caduta lungo la strada provinciale 49 ad Ardesio nella mattinata di sabato. Il tratto di strada tra Ardesio e Gromo è chiuso al traffico e lo sarà per due settimane, mentre oggi, lunedì iniziano i lavori di ripristino.

I genitori degli alunni che si spostano in pullman sono preoccupati e hanno scritto alla Sab: “I Comuni dell’Alta Valle Seriana (Gandellino, Gromo, Valbondione e Valgoglio) si trovano isolati. Il disagio riguarda tutti, in particolare le famiglie degli studenti che si recano alle scuole superiori. Pur consapevoli delle difficoltà legate alla gestione di questo evento straordinario, siamo a richiedere la Vostra disponibilità a trovare una soluzione adeguata per permettere ai ragazzi di continuare a frequentare la scuola. Questa situazione costringe le famiglie ad affrontare notevoli problemi organizzativi con dispendio sia economico che di tempo; i costi degli abbonamenti per il trasporto scolastico gravano già pesantemente sul bilancio familiare. Fiduciosi che vi impegnerete, insieme alle istituzioni locali, a trovare celermente la soluzione ottimale, porgiamo distinti saluti”.

Mentre il deputato della Lega Daniele Belotti si rivolge, oltre che alla società di autoservizi Sab, anche al prefetto Elisabetta Margiacchi e al presidente della Provincia, Gianfranco Gafforelli: “Constatato che da notizie di stampa la Sab avrebbe dichiarato di non essere in grado di provvedere causa mancanza di mezzi idonei a transitare lungo il percorso alternativo che attraversa le frazioni di Bani e Novazza” chiede “l’impegno alle autorità competenti e alla società concessionaria del servizio di trasporto pubblico a trovare una soluzione adeguata per permettere ai ragazzi di continuare a frequentare la scuola, ad esempio con l’utilizzo di pulmini e minivan, pur nella consapevolezza delle difficoltà legate alla gestione di questo evento straordinario”. ma sollecita anche a “valutare una deroga autorizzando i volontari della Protezione Civile alla gestione della viabilità lungo il percorso alternativo vista la necessità di prevedere un senso unico alternato in lunghi tratti della strada”.

“La frana caduta in Valle Seriana sulla provinciale 49 ad Ardesio ha messo in grave difficoltà il servizio di Trasporto Pubblico Locale tra Alta e Bassa Valle Seriana – dichiarano anche l’onorevole Elena Carnevali e il consigliere regionale Jacopo Scandella, del Partito Democratico – Per questo abbiamo scritto una lettera alle autorità competenti per rimarcare la necessità di prestare massima attenzione a questa situazione. Nella nostra lettera – continuano – chiediamo al più presto la convocazione di un tavolo tra le autorità competenti con la partecipazione dei sindaci dei comuni coinvolti e Sab per cercare una rapida soluzione. Chiediamo inoltre che la società concessionaria Sab metta a disposizione temporaneamente un parco mezzi più ampio di quello in dotazione, in grado di transitare lungo il percorso alternativo già definito per le automobili”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
frana ad ardesio
Val seriana
Aziende danneggiate per la frana ad Ardesio: anticipato il vertice in Prefettura
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI