Ali Adnan saluta l'Atalanta dopo quattro presenze: va al Vancouver - BergamoNews
Calciomercato

Ali Adnan saluta l’Atalanta dopo quattro presenze: va al Vancouver

L'iracheno aveva rotto con Gasperini e non era più stato convocato

Il Vancouver Whitecaps FC ha annunciato l’ingaggio di Ali Adnan, in prestito fino alla fine di giugno. Adnan, che lascia l’Atalanta con quattro sole presenze all’attivo, è il primo giocatore iracheno ad approdare nella Major League Soccer.

Il 25enne difensore, che tornerà all’Udinese alla scadenza del prestito, dovrebbe arrivare a Vancouver la prossima settimana. Adnan si unirà ufficialmente al suo nuovo club in attesa di ricevere il certificato di trasferimento internazionale (ITC), il permesso di lavoro e i visti, nonché il superamento di una visita medica.

Con l’Atalanta un’avventura da dimenticare: arrivato nell’ultimo giorno di mercato per uno scambio di prestiti con i friulani (che si erano presi il cartellino di Marco D’Alessandro), Adnan è subito entrato nei meccanismi di Gasperini che l’ha schierato subito dal 1′ nella trasferta di Roma (3-3) e negli ultimi minuti della sfortunata spedizione di Copenaghen. Poi ancora in campo come titolare contro il Cagliari (0-1 in casa), tre panchine consecutive con Spal, Milan e Torino prima del ritorno in campo negli ultimi 13′ di Fiorentina-Atalanta (2-0).

Dopo il ko di Firenze Ali Adnan è letteralmente uscito dai radar nerazzurri.

La sua partenza anticipata per il ritorno con l’Iraq per la Coppa d’Africa non è andata giù a Gasperini, che da quel momento ha definitivamente rotto con l’ex Udinese non convocandolo più nemmeno quando è tornato a disposizione dopo l’eliminazione della sua nazionale dalla competizione.

Lunedì 11 marzo l’annuncio del suo accordo col Vancouver.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it