BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Castelli, palazzi e borghi medievali: 19 gioielli da scoprire nella pianura

Tutto quello che c'è da sapere sulle attesissime giornate di apertura del circuito di castelli, palazzi e borghi medievali che ad ogni edizione crescono sia per numero di realtà aderenti sia per numero di visitatori

Da domenica 10 marzo 2019, ben 19 località fra manieri e siti pubblici e privati di interesse storico artistico aprono le porte in contemporanea per 7 appuntamenti fino al 2 giugno, con visite guidate ed eventi, all’insegna dell’epoca medievale.

Tornano anche per questa primavera le attesissime giornate di apertura del circuito di castelli, palazzi e borghi medievali che ad ogni edizione crescono sia per numero di realtà aderenti sia per numero di visitatori: oltre 22 mila i visitatori delle Giornate di apertura nel 2018, mentre il numero di castelli e borghi aderenti è giunto quest’anno a 19, sparsi nella pianura bergamasca, nel cremasco e nella confinante area milanese. Un territorio che nel Medioevo rappresentava un importante confine, in particolare tra il Ducato di Milano e la Repubblica di Venezia, che oggi ci ha lasciato importanti eredità in termini architettonici e di fortificazioni, unitamente a preziose testimonianze storico artistiche.

Immersi nella pianura si potranno scoprire luoghi di solito non fruibili, imponenti e suggestive dimore di grandi condottieri, luoghi di battaglie e leggende, come pure tanti piccoli scorci di borghi spesso ai margini dei circuiti turistici. In ogni località si potranno effettuare visite guidate e partecipare ai numerosi eventi che i comuni organizzano in concomitanza della giornate di apertura.

Molto apprezzata dal pubblico anche la formula proposta, vincente per semplicità e autonomia organizzativa: i visitatori possono liberamente scegliere quali e quante realtà visitare sulla base degli orari di apertura di ciascuna località, sempre consultabili e aggiornati sul sito del Tourist Infopoint Martinengo: www.bassabergamascaorientale.it

Sul sito web saranno consultabili anche tutte le specifiche storico artistiche delle realtà visitabili, mentre ad ogni visitatore verrà fornita una mappa geografica aggiornata con 19 località illustrate, in lingua italiana e in lingua inglese. In aggiunta è in corso di elaborazione una nuova pubblicazione, una miniguida di 52 pagine con descrizione e immagini di tutti i borghi, palazzi e manieri aderenti. Un ulteriore servizio per soddisfare visitatori sempre più numerosi e affezionati, che chiedono di approfondire e scoprire questo territorio rimasto finora ai margini quanto a destinazione turistica.

Commenta l’assessore al Turismo, Marketing Territoriale e Moda di Regione Lombardia, Lara Magoni, che ha partecipato alla presentazione insieme a Diego Moratti, presidente Infopoint e Pro Loco Martinengo, Paola Angeretti, referente della manifestazione (Pro Loco Martinengo), Raffaele Moriggi, presidente associazione Pianura da scoprire: “Una rassegna che permetterà la valorizzazione di un territorio ricco di bellezze ma forse ancora poco conosciuto al grande pubblico. Castelli, palazzi e borghi rappresentano una ricchezza inestimabile, strumenti vincenti per un ‘turismo dei territori’ capace di attrarre visitatori grazie ad un mix sapiente tra cultura, arte e tradizioni locali. Si tratta dell’esaltazione dei piccoli borghi, di cui la nostra Lombardia è ricca; vere e proprie perle che possono fare da volano ad un turismo rinnovato, fatto da visitatori curiosi e attenti a cogliere nuove esperienze, gusti e sapori di percorsi unici. Stiamo parlando di eccellenze, concentrate soprattutto nella Bergamasca, che ci daranno la possibilità di scoprire una Lombardia Segreta e inusuale – conclude l’assessore Lara Magoni – una manifestazione che contribuirà sicuramente a far diventare la Lombardia prima meta turistica in Italia”.

00 A3 CASTELLI APERTI PRIMAVERA 2019 tourist infopoint (1)

Orari, costi e iniziative locali

Di seguito tutti i comuni e gli orari relativi alle singole località. Scorrendo in basso troverete tutte le specifiche con ritrovi ed eventi collaterali.

Si ricorda che i visitatori sono liberi di pianificare il proprio percorso in base agli orari di apertura di ciascuna località. Ogni visita durerà circa un’ora. Si prega di leggere tutte le informazioni nel dettaglio di ogni località.

NB: per domenica 10 marzo il Castello-villa Oldofredi di Calcio (Bg) non sarà visitabile.

Brignano Gera d’Adda: Visite alle 14.30 e alle 16 (costo 7€ – gratis fino a 12 anni e oltre i 75 anni)
Calcio – castello Silvestri: visite dalle 10 alle 12 e dalle 14.30 alle 18 (costo 3€- gratis fino ai 12 anni)
Calcio – castello- villa Oldofredi: non visitabile domenica 10 marzo
Caravaggio: visita solo alle 15.30 (costo 5€- dai 18 ai 26 anni 2€- gratis fino ai 18 anni)
Cassano d’Adda: visite dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 17 (costo 5€, gratis fino ai 10 anni)
Cavernago – castello di Cavernago: visite dalle 9.30 alle 12 e dalle 14 alle 17.30 (costo 5€ –gratis fino ai 12 anni)
Cavernago (fraz. Malpaga) – castello di Malpaga: visite dalle 10.00 alle 18.00 (costo 9€ adulti –4€ dai 6 ai 12 anni – gratis fino ai 5 anni)
Cologno al Serio: visite dalle 10 alle 12 e dalle 14.30 alle 17.30 (costo 3€ – gratis fino ai 12 anni).
Martinengo: visite alle ore: 10.30, 14.30 e 16 (costo 3€– gratis fino ai 12 anni)
Pagazzano: visite dalle 10.00 alle 12.00 e dalle ore 14 alle ore 18.30, ultimo ingresso ore 17.30.
Pandino (CR): visite alle 11.00, 14.30 e 16.00 (costo 5€, 4€ dai 6 ai 18 anni e over 70, gratis fino a 6 anni)
Pumenengo: visite dalle 10 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.30 (costo 3€, gratis fino ai 12 anni).
Romano di Lombardia: visite alle 15 e alle 16.30 (costo 5€ – gratis fino ai 12 anni)
Solza: visite alle 15.30 e alle 16.30 (costo 3€ – gratis fino ai 12 anni)
Torre Pallavicina: visite alle 10.00, 15.00 e 16.30 (costo 6€ – gratis fino ai 12 anni)
Treviglio – Museo Verticale: salite alle ore 16.00-17.00-18.00 con possibilità di altri orari concordato con l’Ufficio cultura per gruppi di più di 10 persone (costo 5€, 4€ dai 6 ai 18 anni)
Trezzo sull’Adda (MI): visite alle 10.30 e dalle 15 alle 17.00 con partenza ogni mezz’ora. (costo 6€, 3€ dai 6 ai 12 anni, under 6 gratis)
Urgnano: visite dalle 14.30 alle 17.30 (costo 5€,- gratis fino ai 10 anni)
Zanica (fraz. Padergnone) – borgo di Padergnone: visite alle 15, 16 e 17 (costo 5€ – gratis fino ai 12 anni)

Prenotazione consigliata per il Museo Verticale di Treviglio (gruppi max di 20 persone) e per il Museo Archeologico delle Grandi Opere (M.A.G.O.) del Castello di Pagazzano.

COSA VISITARE

Brignano – Palazzo Visconti

– Visita guidata a Palazzo Visconti, edificato nel XVI secolo, con analisi e lettura iconografica degli affreschi seicenteschi e settecenteschi, con particolare attenzione alla componente mitologica delle decorazioni
– Presentazione della figura di Francesco Bernardino Visconti (l’Innominato dei Promessi Sposi) e della famiglia Visconti
– esposizione permanente “Le maschere di Palazzo Visconti”, sculture lignee del XVII sec.
Visita guidata al palazzo alle ore 14.30, e 16 della durata di circa un’ora. Costo 7€ con gratuità fino a 12 anni e oltre i 75 anni.
Ritrovo di fronte al Palazzo in via Vittorio Emanuele II, n. 36 Brignano Gera D’Adda. www.brignanoproloco.com Accessibile per disabili

Calcio – Castello Silvestri

Il castello Silvestri sorge sulle rovine di una villa romana del II sec. D.C. Le vicissitudini del castello furono numerose e a causa della sua posizione di confine fu inizialmente fortificato ed in seguito sottoposto a diverse ristrutturazioni. Oggi la costruzione presenta un duplice aspetto: la parte verso ovest ricorda l’austerità della costruzione fortificata, mentre a est, con i giardini
pensili e le serre suggerisce l’idea di una residenza signorile Diventò proprietà privata nel 1956. Visite guidate del castello dalle 10 alle 12 e dalle 14.30 alle 18.00 costo 3€ gratis fino ai 12 anni.
Possibilità di visita alla Pieve di San Vittore (via Chiesa Vecchia) dalle 14.30 alle 17.30 con un costo pari a 2€ e, dopo la visita al castello, possibilità di seguire gratuitamente il tour dei Murales.
Ingressi al castello: pedonale da Via della Chiesa Vecchia mentre con auto da Via Basse Oglio Sotto (capienza parcheggio massimo 40 posti auto) .
www.castellosilvestri.com
Accessibile per disabili

Calcio – Villa Castello Oldofredi

non visitabile domenica 10 marzo.
Il castello – villa Oldofredi non sarà visitabile. Possibilità di visita alla Pieve di San Vittore (via Chiesa Vecchia) dalle 14.30 alle 17.30 con un costo pari a 2€.

Caravaggio

Il borgo di Caravaggio è da sempre terra di grandi artisti: non solo Michelangelo Merisi, il più illustre figlio della Città, ma anche molti altri che hanno arricchito gli edifici storici del centro con le loro opere. Godetevi un pomeriggio alla scoperta delle opere di importanti artisti di fama nazionale custodite nella Pinacoteca Civica di Palazzo Gallavresi, attuale sede del Municipio e antica residenza della famiglia Sforza. A seguire, la visita alla Chiesa Arcipretale dei Santi Fermo e Rustico, che vi sorprenderà per la sua splendida facciata in cotto, richiamo dello stile romanico, e ancora di più per le decorazioni della Cappella del Santissimo Sacramento.
Visita guidata dalla durata di circa 1 ora e 15, alle ore 15.30 (costo 5 euro per gli adulti, 2 euro dai 18 ai 26 anni e gratis fino ai 18 anni). Ritrovo davanti al palazzo in piazza Garibaldi.
www.comune.caravaggio.bg.it 
accessibile per disabili

Cassano d’Adda

Il Castello di Cassano d’Adda sorge in un luogo di importanza strategica per il controllo del valico sul fiume, per secoli confine naturale tra il Ducato di Milano e la Repubblica di Venezia.
La costruzione del castello attuale si deve ad Ottone Visconti, arcivescovo di Milano dal 1261 al 1295. Fin dalle origini assolve a molteplici funzioni: presidio militare, residenza provvisoria della signoria, luogo di svaghi e feste, sede di rappresentanza, fino ad avviarsi nel corso del Novecento ad un processo di snaturalizzazione che lo portò ad ospitare una filanda, officine e laboratori artigianali. Nel XV secolo, Bartolomeo Gadio, ideò l’imponente muraglia che scende fino al piano della Muzza, che caratterizza in modo così evidente la fortezza. Lo stesso Leonardo da Vinci soggiornerà nella torre del castello, compiendo importanti studi sul volo degli uccelli.
– Domenica 10 marzo, alle ore 12 e 16 visita gratuita alle mura esterne. Sarà possibile pranzare all’interno del castello: un connubio fra arte, storia e gola davvero da non
perdere! Per info e prenotazioni scrivere a: hotel@castellovisconteo.it oppure telefonare al numero: 0363 360221.
Visite al castello alle 10, 11 e 12 e nel pomeriggio alle 15, 15.30,16,16.30 e 17 (costo 5€, gratis fino ai 10 anni) per ogni gruppo max 50 persone.
Ritrovo presso il castello Piazza Giuseppe Perrucchetti 3, 20062 Cassano d’Adda (MI). www.castellovisconteo.it
parzialmente accessibile per disabili

Cavernago – Castello di Cavernago

Visita guidata all’interno del castello di Cavernago edificato su una precedente fortificazione risalente al XII secolo. Il castello fu acquistato da Bartolomeo Colleoni nel 1430 e successivamente, passò in eredità alla figlia Ursina e al marito il conte Gherardo Martinengo Colleoni. Fu un nipote, Francesco Martinengo Colleoni a costruire il castello come lo vediamo oggi: una struttura
seicentesca caratterizzata da uno stile barocco e da un grande cortile con doppio loggiato. Le sale furono affrescate dai pittori Giacomo Barbello di Lodi e Gian Battista Azzola.
Visite dalle ore 9.30 alle 12, ultimo ingresso ore 11.40. Nel pomeriggio visite dalle 14 alle 17.30 con ultimo ingresso alle ore 17.10. Costo 5€ – gratis fino ai 12 anni.
Ritrovo davanti al castello in Via castello di Cavernago (Bg).
www.comune.cavernago.bg.it
parzialmente accessibile per disabili

Cavernago – Castello di Malpaga

Nel cuore del borgo di Malpaga si trova il castello Colleonesco, di antiche origini medioevali: fu costruito nel 1300, ma guadagnò fama solo nel 1456, anno in cui venne acquistato dal condottiero Bartolomeo Colleoni. Grazie alla sua rilevanza storica, architettonica e ai cicli di affreschi ancora ben conservati, il castello è considerato una delle più interessanti costruzioni della bergamasca.
Visita guidata all’interno delle splendide sale del castello arredate con ricostruzioni di mobili d’epoca e interamente affrescate da famosi artisti del 1400, 1500 e 1600.
Il castello sarà aperto dalle 10 alle 18 con visite guidate, ultimo ingresso ore 17. Costo della visita guidata è di 9 euro per adulti e 4 euro per i bambini dai 6 ai 12 anni, gratuito fino a 5 anni.
Durata della visita: un’ora.  Ritrovo davanti al castello in Via Marconi, 20 Malpaga (Cavernago).
www.castellomalpaga.it
parzialmente accessibile per disabili

Cologno al Serio

Da antico castello a rocca Veneta: le molteplici sfaccettature di un borgo medievale, le cui origini risalgono a più di 2000 anni fa. Lasciatevi trasportare in un viaggio temporale che vide Cologno contraddistinguersi come avamposto della Signoria Viscontea ed, in seguito, della Repubblica Veneta, nel quale spicca la figura protagonista del Colleoni.
Un borgo tutt’oggi conservato nella sua identità storica e nel suo splendore artistico: dall’inalterata cinta muraria alle quattro torri di ingresso al centro storico, passando per gli antichi affreschi del Cavagna. In una sola parola: incantevole. Visite dalle 10 alle 12 e dalle 14.30 alle 17.30 (costo 3€ – gratis fino ai 12 anni).
– In occasione della prima giornata non perdetevi “Castelli aperti tour in 500”. Per tutte le info clicca qui. Ritrovo di fronte alla porta di via Rocca.
www.comune.colognoalserio.bg.it
accessibile per disabili

Martinengo

La visita dell’antico borgo di Martinengo, di origine romana, prevede un itinerario che comprende i resti della torre del castello di origine altomedievale, i caratteristici portici quattrocenteschi di Via Tadino e la casa del capitano Colleoni, per poi procedere con la visita al monastero di Santa Chiara, fondato da Bartolomeo Colleoni, con all’interno uno splendido ciclo di affreschi dipinti dal “Maestro di Martinengo”. Infine visita esterna del “Filandone” esempio di architettura industriale e a una casa museo privata con ritrovamenti romani.
Visite guidate al centro storico alle ore: 10.30, 14.30 e 16. Costo della visita al borgo storico di Martinengo (3€ -gratis fino ai 12 anni).
Ritrovo biglietteria presso la nuova sede della Pro Loco in Via Allegreni, 29 (centro storico).
www.martinengo.org
accessibile per disabili

Pagazzano

La visita al castello di Pagazzano comprende: il palazzetto cinque-settecentesco con l’imponente camino con i fregi viscontei, l’originale pavimento in cotto, la scalinata in pietra a ventaglio, la corte d’onore dalla pavimentazione in mattonato; i sotterranei in cui è allestito il Museo della Civiltà Contadina, recentemente fatto oggetto di restyling; il mastio da cui si può ammirare il paesaggio con vista di Bergamo alta; il Museo Storico multimediale “Pagazzano e i Castelli di confine” con l’imponente torchio a leva del 1736; il M.A.G.O. – Museo (multimediale) Archeologico delle Grandi Opere – con i reperti rinvenuti negli scavi archeologici delle importanti infrastrutture pubbliche che hanno interessato la pianura bergamasca (prenotazione obbligatoria).
È consigliata la prenotazione online della visita scegliendo il percorso di interesse (visita completa Castello e Musei o visita solo ai Musei). Orari di apertura dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18.30, ultimo ingresso 17.30. Ritrovo di fronte al castello in piazza Castello. Durata visita completa Castello e Musei 2 ore; visita solo al Castello circa 1 ora.
Costo biglietto ingresso: biglietto intero da 5.00 a 10.00 euro; biglietto ridotto per studenti, universitari, giovani dai 19 ai 25 anni compiuti, famiglie, ingresso gratuito bambini e ragazzi fino a 18 anni compiuti, Pagazzanesi e over 70;
– Domenica 10 marzo Il Gruppo Civiltà Contadina offre gratuitamente ai bambini di età compresa tra i 3 e i 10 anni 2 laboratori di arti manuali con un appuntamento pomeridiano dalle 14.30 alle 16.30. La partecipazione è gratuita ma con obbligo di prenotazione ( tel. 329 1923261).
Oltre ai laboratori da non perdere la golosa pausa enogastronomica con prodotti del territorio: il tagliere del Castello con salumi e formaggi accompagnato a birra artigianale di produzione locale.
Per maggiori dettagli e prenotazioni consultare il sito: www.castellodipagazzano.it o telefonare al 329/1923261.
www.castellodipagazzano.it
parzialmente accessibile per disabili

Pandino

Pandino vanta uno dei castelli viscontei meglio conservati della Lombardia, edificato per volere di Bernabò Visconti e di Regina della Scala a partire dal 1355 circa, l’edificio presenta ancora in gran parte le strutture architettoniche originarie e le decorazioni pittoriche del sec. XIV, rappresentanti principalmente motivi geometrici alternati alle insegne nobiliari dei Visconti e dei Della Scala. La visita guidata comprende circa 15 stanze , portici e cortile. Le sale conservano le pitture originali del XIV secolo e alcune sono allestite con esposizioni temporanee: sala della caccia, sala del drago Tarantasio e sala dei Tarocchi.
Il castello sarà aperto dalle 10 alle 12.30 e dalle 14 alle 17 con visite guidate alle ore 11, 14.30 e 16. Per le visite guidate è consigliata la prenotazione ai seguenti recapiti: turismo@comune.pandino.cr.it. – cellulare anhe whatsapp 338.729165 – Tel 0373.973350).
Costo biglietto ingresso: biglietto intero 5€, 4€ per over 70, dai 6 ai 18 anni, insegnanti muniti di certificazione e ingresso senza guida, gratis fino ai 6 anni.
Domenica 10 marzo dalle 15.30 vi aspetta un’occasione unica: al Castello Visconteo di Pandino i bambini potranno partecipare al laboratorio “Il piccolo scriptorium”. Laboratorio per aspiranti amanuensi dai 6 ai 12 anni. Un’occasione unica se volete scoprire come si usava la penna d’oca e come coloravano i miniatori medievali. Il laboratorio è su prenotazione scrivendo a:
turismo@comune.pandino.cr.it. Costo 6€ cadauno comprensivo del biglietto per la visita guidata.
Sempre domenica 10 marzo non perdetevi “Le storiche al castello di Pandino” raduno di auto d’epoca all’ombra del castello visconteo.
Per maggiori info: turismo@comune.pandino.cr.it ( tel.0373 973350) o manifestazioni@comune.pandino.cr.it (0373 973318).
www.comune.pandino.cr.it
accessibile per disabili

Pumenengo

Visita al castello Barbò di Pumenengo situato all’estremo confine sud della provincia di Bergamo. L’ampio cortile interno è di forma trapezoidale con pavimentazione in ciottoli. L’intera struttura è realizzata in cotto e borlante di fiume. Sul lato sud al primo piano, che doveva essere il piano “nobile”, vi è un grande salone con pareti interamente affrescate, oggi usata come sala consiliare.
–In occasione della prima giornata della riapertura del castello sarà possibile visitare (senza visita guidata) la chiesetta di San Giorgio, luogo molto significativo per la comunità di Pumenengo e risalente al 1600. Sarà inoltre possibile accedere al bellissimo santuario Madonna della Rotonda.
Visite al castello di Pumenengo dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 17.30.
Costo 3€ per gli adulti, gratis fino ai 12 anni.
Ritrovo davanti al castello in Piazza Castello Barbo’, Pumenengo.
www.comune.pumenengo.bg.it
parzialmente accessibile per disabili

 

Romano di Lombardia

Visita esterna alla Rocca con la sua massiccia costruzione caratterizzata da quattro imponenti torri e da un cortile interno il cui aspetto è il frutto di continui rimaneggiamenti che si sono succeduti nel corso dei secoli. Visita alla basilica di San Defendente con le sue ricche decorazioni interne e a seguire Palazzo della Ragione, porta Brescia e i Portici della Misericordia voluti da Bartolomeo Colleoni in persona. Visita a palazzo Rubini dall’elegante stile neoclassico con numerosi cimeli appartenuti al famoso tenore.
Visite al centro storico alle 15 e alle 16.30 della durata di un’ora e mezza circa. Costo 5€ – gratis fino ai 12 anni. Ritrovo in piazza della Rocca.
www.comune.romano.bg.it
accessibile per disabili

Solza

Il castello di Solza è noto per essere il luogo che, nel 1395, diede i natali al celebre condottiero Bartolomeo Colleoni. La struttura il risultato di molteplici interventi che si sono susseguiti nei secoli: alle costruzioni militari, nobili e potenti, si sono sovrapposte strutture a vocazione agricola. Il complesso si compone della cinta muraria che racchiude la corte coi suoi fabbricati e dei resti di una torre. Il castello riveste così un valore eccezionale rispecchiando la storia stessa dell’Isola bergamasca. Durante le visite guidate la Compagnia d’Arme del Carro presenterà la propria attività di ricostruzione storica tramite allestimenti di metà Quattrocento per approfondire vari argomenti della vita civile e militare del ventennio 1460-1480.
Visite guidate alle 15.30 e alle 16.30 (costo 3€ – gratis fino ai 12 anni).
– Domenica 10 marzo fino alle 18 i visitatori potranno trattenersi nel castello per approfondire insieme alla Compagnia d’Arme del Carro vari argomenti di ricostruzione storica.
Ritrovo davanti al castello in Piazza Colleoni, 3. Per maggiori info: compacarro@gmail.com (Tel. 375 5621446).
www.compacarro.org
accessibile per disabi

Torre Pallavicina

Visita all’interno delle sontuose stanze di palazzo Barbò, palazzo Oldofredi Tadini Botti e visita all’adiacente Torre di Tristano, con apertura al pubblico del grande parco verde del palazzo. La Torre, detta di Tristano, o “torrazza” venne eretta dal figlio di Francesco Sforza, Tristano, dopo la pace di Lodi del 1453. Nello stesso luogo, un secolo più tardi, Adalberto Marchese Pallavicino, decise di costruire una sontuosa dimora. Il palazzo Pallavicino, ora Barbò, è caratterizzato da una successione di stanze riccamente decorate con notevoli soffitti a cassettoni lignei; tra queste spiccano le stanze dipinte dai fratelli Giulio e Antonio Campi, con motivi mitologici legati agli amori degli dei. In aggiunta sarà possibile visitare anche Palazzo Oldofredi Tadini Botti, costruito sempre nel XVI secolo nelle vicinanze della Torre di Tristano. In esso sono presenti affreschi a tema classico, quale il racconto di Amore e Psiche, della scuola dei Campi.
Visite ai due palazzi e alla torre alle ore 10.00, 15.00 e 16.30. Il prezzo è di Euro 6 per gli adulti. I bambini fino ai 12 anni hanno diritto alla gratuità.
L’entrata principale del castello si trova sulla strada provinciale Pumenengo – Soncino, di fronte al ponte che porta al fiume Oglio.
www.comune.torrepallavicina.bg.it
parzialmente accessibile per disabili

Treviglio – Museo Storico Verticale

Il Museo Storico Verticale di Treviglio è un percorso nella storia della città che si sviluppa per sezioni percorrendo i sette livelli della torre civica. Salendo le scale il visitatore si imbatte in una successione di esperienze multimediali e interattive in grado di comunicare la storia della città e gli eventi collettivi che ne hanno costituito l’identità nel tempo come il saccheggio del 1509 e il
miracolo del pianto della Madonna nel 1522.
Il Museo Storico Verticale sarà aperto con visite guidate alle ore 16, 17.00 e 18.00 (costo 5€, 4€ dai 6 ai 18 anni). Ritrovo davanti al Museo in Piazza Luciano Manara.
– Domenica 10 marzo, in concomitanza dei festeggiamenti per la Madonna delle Lacrime, le vie di Treviglio saranno animate da bancarelle, la sfilata per il Carnevale e il luna park.
È possibile prenotare una visita in orario diverso per gruppi di almeno 10 persone contattando direttamente l’Ufficio Cultura: 0363 317520 oppure trevigliomusei@comune.treviglio.bg.it
www.cultura.comune.treviglio.bg.it
parzialmente accessibile per disabili

Trezzo sull’Adda

Tra Milano e Bergamo, a pochi chilometri da laghi e montagne, nello scenario del Parco dell’Adda Nord sorge Trezzo. La sua storia ha radici profonde e si snoda tra Celti, Romani e Longobardi.
Il castello Visconteo è l’emblema di Trezzo sull’Adda e fu teatro di numerose vicende legate al Barbarossa e alle famiglie Torriani, Visconti e Sforza: secoli di cavalieri, lotte e conquiste. Tra il 1370 e il 1377 fu edificato il Castel Nuovo voluto da Bernabò Visconti, di cui rimangono i suggestivi sotterranei, la torre e i resti del maestoso ponte distrutto nel Quattrocento. Dall’alto dei 42 metri della poderosa torre si può ammirare il borgo antico di Trezzo, cresciuto intorno alla fortificazione.
Visita guidata alle 10.30 mentre nel pomeriggio visite ogni mezz’ora dalle 15 alle 17 (ultima partenza) . Costo biglietto intero 6€, 3€ dai 6 ai 12 anni, riduzioni per gruppi e famiglie.
– Fino ad ottobre sarà possibile visitare gratuitamente una mostra dedicata alle macchine progettate da Leonardo da Vinci, allestita negli spazi adiacenti al castello e all’interno del parco
Per maggiori informazioni consultare: www.prolocotrezzo.com 
non accessibile per disabili

Urgnano

Visita completa del Castello Albani. Il tour comprende: La “Sala dei Satiri”, La “Sala Rossa”, arricchita da un meraviglioso soffitto in legno a cassettoni e da un monumentale camino in pietra; La “Sala delle Grottesche” con affreschi di soggetto mitologici del XVI secolo; Il “Passaggio degli Ovali”, La “Sala degli Stemmi” e la “Sala delle 4 stagioni”. Visita al “Giardino Pensile”, arricchito dal vialetto delle statue “Grottesche” e il “Cortile del Pozzo”, che prende il nome dal pozzo in pietra recentemente restaurato. La visita guidata sarà ulteriormente arricchita dall’iniziativa “Visioni dal passato” che vedrà il visitatore calarsi nella storia con visioni di personaggi dipinti su quadri che prenderanno vita al passaggio dei visitatori raccontando le loro gesta.
Visite alla Rocca Albani dalle 14.30 alle 17.30 della durata di un’ora, con partenza ogni 20 minuti.
Ultimo ingresso ore 17.00. Costo 5€. Bambini fino ai 10 anni gratuito. Ritrovo davanti alla Rocca, entrata in via Rimembranze Urgnano o dal passaggio degli affreschi.
In aggiunta alle visite guidate alle ore 15, 15.45 e 16.30 sarà organizzato un mini – tour del castello intitolato “La principessa, il mago e il drago” per i bambini (fino a 10 anni). Costo 3€.
Un’esperienza unica dove si diventa protagonisti di una bella favola dove incontreranno Merlino, il re Ermenegildo, la regina Gertrude e un terribile drago.
www.apu3000.it
non accessibile per disabili

Zanica – Borgo di Padergnone

La storia del Borgo affonda le proprie radici nella prima età romana imperiale. Nel Medioevo Padergnone si sviluppa in un castrum con funzioni difensive. A partire dal Cinquecento diventa residenza di campagna della ricca famiglia Poncini, che tiene il complesso per quasi trecento anni e lo trasforma in vera e propria villa di delizia. Significativi interventi si devono anche ai conti Albani e ai nobili Sonzogni, nuovi proprietari nel XVIII secolo.
Visite guidate alle ore 15, 16 e 17, costo 5€ gratis fino ai 12 anni. Ogni visita dura circa 1 ora e 15 minuti.
In occasione della prima apertura, i visitatori avranno la possibilità di approfondire una delle epoche più determinanti per la storia del Borgo, ovvero il Rinascimento. Il tradizionale percorso di visita (torre medievale, chiesa della Beata Vergine, cortile con orologio cinquecentesco, parco con laghetto e statue) sarà arricchito da rievocazioni con personaggi in abiti rinascimentali, che danzeranno in suggestive ambientazioni. Strumenti musicali d’epoca saranno suonati dalle abili mani del maestro Giacomo Parimbelli, che incanterà il pubblico con musiche antiche del
Rinascimento. La rievocazione è a cura dell’Associazione culturale “Passemezzo”, con la direzione artistica di Mariuccia Bassi.
Ritrovo davanti al borgo in via Padergnone, 45 – 24050 Zanica (BG)
www.borgodelpadergnone.it
parzialmente accessibile per disabili

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.