Albino, abbattuta la ciminiera dell'ex Italcementi - BergamoNews
Val seriana

Albino, abbattuta la ciminiera dell’ex Italcementi

Un pezzo di storia industriale della Val Seriana è scomparso martedì 5 marzo sotto i colpi dell'esplosivo.

Un pezzo di storia industriale della Val Seriana è scomparso martedì 5 marzo sotto i colpi dell’esplosivo.

È stata abbattuta la ciminiera dell’ex Italcementi ad Albino, lungo la strada provinciale per Pradalunga.
L’intervento era atteso da alcune settimane nell’ambito delle operazioni di demolizione dell’intero complesso da parte del nuovo proprietario. In pochi secondi la ciminiera è stata fatta esplodere.

Il cementificio, chiuso dal 1995, è stato acquisito tre anni fa dall’impresa Bergamelli Ecologia e Strade di via Pertini. Nelle scorse settimane è iniziato l’allestimento del cantiere, mentre sono già state rimosse le coperture in eternit – contenenti quindi amianto – che da tempo preoccupavano i residenti della zona.

Negli ultimi tempi si era scatenato sui Social l’appello per salvare la ciminiera che però, aveva fatto notare la proprietà e gli uffici del Comune, «non è sottoposta ad alcun vincolo: è dei primi Anni ’50, in prisme. Niente di artistico» come invece sono molte altre ciminiere in cotto della Valle Seriana. Di ciminiere il cementificio fondato nel 1886 da Giacinto Guffanti e rilevato nel 1921 da Società Italiana Cementi (poi Italcementi Spa) ne aveva quattro, come i forni verticali per la cottura dei calcari. Nel 2012 l’area dismessa in riva al Serio era diventato la “star2 del concorso “Riusi industriali 2012”, ideato da Confindustria Bergamo con gli Ordini provinciali degli architetti, pianificatori paesaggisti e conservatori e degli ingegneri, e con Ance . Furono 24 i progetti presentati sull’ex Italcementi contro i 16 per il sito Legler di Ponte San Pietro e i 12 per Videoplastic a Gorlago, ma nessuno di questi convinse la giuria di essere meritevole di premio. Il piano attuativo prevede per l’area, produttiva e residenziale, parametri edificatori da 15.800 metri quadrati di superficie lorda complessiva di pavimento e 10 mila metri di superficie coperta.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it