BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Firenze, ecco la versione della Polizia: “Noi aggrediti per primi dagli ultrà”

La Polizia di Firenze ha consegnato sul tavolo del Viminale la relazione su quello che è successo mercoledì sera

Più informazioni su

La Polizia di Firenze ha consegnato sul tavolo del Viminale la relazione su quello che è successo mercoledì sera sul ponte di Varlungo al termine della sfida tra Fiorentina e Atalanta di Coppa Italia, dove si sono verificati violenti scontri tra alcuni agenti e un paio di pullman di ultrà nerazzurri. Lo riporta La gazzetta dello sport.

Secondo gli agenti i due bus cominciano a decelerare e progressivamente si sarebbero staccati dal gruppo, ignorando il primo intervento di una pattuglia che li affianca e gli intima di riaccodarsi.

Pochi metri dopo, i componenti del primo mezzo costringono l’autista a fermare la corsa (nella circostanza avrebbero anche rotto il freno a mano). Il secondo pullman si accoda (ne arriverà un terzo che dopo poco riprenderà la marcia). Dalla pattuglia di polizia scende il capo squadra che riesce a salire sul mezzo. Davanti a sè – racconta – trova decine di ultrà «travisati», armati di «bottiglie di vetro, cinte con fibie metalliche, martelletti», che gli chiudono immediatamente il portellone alle spalle – mentre altri ultrà scendono in strada dalla porta posteriore – e lo malmenano.

In suo soccorso, dopo pochi istanti piombano i colleghi in tenuta antisommossa, quelli che si vedono nei video postati in rete dai tifosi del secondo pullman, che effettuano subito una carica di alleggerimento per ricacciare dentro gli ultrà. Ne fa le spese un funzionario a cui con un calcione viene sfondata la visiera del casco: riporterà la frattura del setto nasale e la rottura del labbro superiore, con cinque punti di sutura e dieci giorni di prognosi. Saranno 6 gli agenti refertati in ospedale.

Riportata la calma, vengono lentamente identificate 130 persone.

Secondo quanto riporta l’agenzia ANSA, inoltre, nell’informativa della Digos del capoluogo toscano viene citata la presenza di tifosi viola al McDonald’s che si trova proprio dall’altra parte della carreggiata rispetto al punto in cui il primo pullman della «carovana» bergamasca (24 mezzi più una decina di navette più piccole) è stato fermato.
L’informativa ipotizza che la presenza dei supporter fiorentini potesse essere il movente di quelli nerazzurri che, nella ricostruzione della polizia, avrebbero fatto in modo di far fermare i pullman.

Una versione dei fatti che non coincide con quanto dichiarato dai due autisti dei bus e dall’avvocato degli ultrà Federico Riva.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.