Carnevale, non si scherza in cucina: ecco il dolce per conquistare tutti - BergamoNews
Giovani cuochi

Carnevale, non si scherza in cucina: ecco il dolce per conquistare tutti

Tra coriandoli, stelle filanti, maschere e parate, non possono di certo mancare i must di tutte le feste: ecco la ricetta di carnevale degli studenti dell'alberghiero Fondazione ISB di Torre Boldone

“A carnevale ogni scherzo vale”: è questa la frase che ormai sempre accompagna i giorni più colorati e allegri dell’anno. Tra coriandoli, stelle filanti, maschere e parate, non possono di certo mancare i must di tutte le feste: i dolci da mangiare in compagnia dopo una giornata passata all’aperto.

Non avete idea di come si fa a preparare un dolce di carnevale, però? Non preoccupatevi, anche questa volta gli studenti della Fondazione I.S.B. di Torre Boldone, istituto di formazione professionale e lavoro accreditato dalla Regione Lombardia, ci vengono in aiuto con il dolce ideale per il carnevale ormai alle porte.

Scopo di questo spazio dedicato alle ragazze e ai ragazzi dell’istituto è quello di raccontare le ricette e i segreti degli studenti dietro ai fornelli e le ore di lezione, alla scoperta di un mondo fatto di farina e studio. Spazio agli studenti del laboratorio di pasticceria per la ricetta delle frittelle di mela.

Buon Carnevale a tutti, mangiate tanti dolci e riempitevi di colori!

Ecco la ricetta per 10 persone.

Ingredienti:

Farina 00: 1000 gr
Latte fresco: 800 gr
Zucchero semolato: 250 gr
Uova intere: 5
Uvetta sultanina: 250 gr
Mele: 250 gr
Cannella: q.b.
Rum: 25 gr
Buccia di limone: 1
Lievito (baking/di birra): 30 gr
Olio di semi di arachide: q.b. (per friggere)

Procedimento:

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it