BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Oscar 2019: vince Green Book ma il film sui Queen fa il pieno di statuette

Alfonso Cuarón quello di migliore regista per Roma, è Bohemian Rhapsody a far la parte del leone a Los Angeles con 4 statuette su 5 nominations, a cominciare da quella di miglior attore per Rami Malek

Se Green Book di Peter Farrelly ottiene l’Oscar 2019 per il miglior film e Alfonso Cuarón quello di migliore regista per Roma, è Bohemian Rhapsody a far la parte del leone a Los Angeles con 4 statuette su 5 nominations, a cominciare da quella di miglior attore per Rami Malek, mentre la miglior attrice è Olivia Colman in La favorita, unico premio al film con dieci nomination.

Ecco tutti i premi assegnati nella notte magica del cinema.

Miglior film
Green Book di Peter Farrelly

Migliore regia
Alfonso Cuarón – Roma

Migliore attore protagonista
Rami Malek – Bohemian Rhapsody

Migliore attrice protagonista
Olivia Colman – La favorita

Migliore attore non protagonista
Mahershala Ali – Green Book

Migliore attrice non protagonista
Regina King – Se la strada potesse parlare

Migliore sceneggiatura originale
Nick Vallelonga, Brian Currie e Peter Farrelly – Green Book

Migliore sceneggiatura non originale
Charlie Wachtel, David Rabinowitz, Kevin Willmott e Spike Lee – BlacKkKlansman

Miglior film straniero
Alfonso Cuarón – Roma

Miglior film d’animazione
Spider-Man – Un nuovo universo di Bob Persichetti, Peter Ramsey e Rodney Rothman

Migliore fotografia
Alfonso Cuarón – Roma

Miglior montaggio
John Ottman – Bohemian Rhapsody

Migliore scenografia
Hannah Beachler e Jay Hart – Black Panther

Migliore colonna sonora originale
Ludwig Göransson – Black Panther

Migliore canzone originale
Shallow (musica e testi di Lady Gaga, Mark Ronson, Anthony Rossomando e Andrew Wyatt) – A Star Is Born

Migliori effetti visivi
Paul Lambert, Ian Hunter, Tristan Myles e J. D. Schwalm – First Man – Il primo uomo (First Man)

Miglior sonoro
Paul Massey, Tim Cavagin e John Casali – Bohemian Rhapsody

Miglior montaggio sonoro
John Warhurst e Nina Hartstone – Bohemian Rhapsody

Migliori costumi
Ruth Carter – Black Panther

Miglior trucco e acconciatura
Greg Cannom, Kate Biscoe e Patricia DeHaney – Vice – L’uomo nell’ombra (Vice)

Miglior documentario
Free Solo

Miglior cortometraggio documentario
Period. End of Sentence., regia di Rayka Zehtabchi

Miglior cortometraggio
Skin, regia di Guy Nattiv

Miglior cortometraggio d’animazione
Bao, regia di Domee Shi

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.