BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Furti nelle farmacie, sgominata la banda: presi i tre malviventi

In tutto sono nove i fatti contestati agli indagati: tre furti in farmacie, uno in un’officina e cinque episodi di ricettazione di autovetture, targhe e dispositivi “Telepass”.

Erano specializzati in furti nelle farmacie e nella ricettazione di veicoli rubati. Una banda di tre componenti, di nazionalità rumena senza fissa dimora, che aveva la sua base operativa ad Azzano San Paolo ed operava nelle province di Bergamo e Milano. I tre malviventi sono stati raggiunti da un’ordinanza di applicazione di misura cautelare emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Bergamo: due sono finiti in carcere mentre uno è stato sottoposto al divieto di dimora in Bergamo e provincia.

Le indagini, coordinate dai sostituti procuratori Davide Palmieri e Nicola Preteroti, sono iniziate nel settembre scorso.

I carabinieri dopo una serie di appostamenti hanno definito che l’organizzazione, seppure rudimentale, commetteva furti di prodotti di dermocosmesi (per un valore di una decina di migliaia di euro) ai danni di farmacie e alla ricettazione di auto rubate da officine e carrozzerie.

In tutto sono nove i fatti contestati agli indagati: tre furti in farmacie (una a Bergamo città, una a Bonate Sotto e una a Madone), uno in un’officina (dalla quale sono stati rubati degli pneumatici), e cinque episodi di ricettazione di autovetture, targhe e Telepass.

I veicoli, che circolavano con targhe rubate, sono stati reimpiegati per compiere i furti, e poi trasferiti in Romania. In un caso, infatti, la Polizia di frontiera Rumena ha sequestrato una Audi Q3 rubata a Pedrengo a metà settembre.

Le indagini sono state supportate anche dall’analisi delle impronte raccolte dal personale specializzato di carabinieri e Polizia di Stato all’interno di alcune autovetture abbandonate dopo la fuga.

Gli arresti, operati in collaborazione con la Polizia Stradale di Palmanova, sono stati eseguiti nel pomeriggio di sabato 16 febbraio in territorio friulano.

I tre rumeni sono stati fermati lungo l’autostrada A4, prima che espatriassero verso il loro Paese di origine e si rendessero irreperibili in Italia. Uno di loro, infatti, nei primi giorni del mese di febbraio, era stato nuovamente sorpreso alla guida di un’auto rubata e denunciato a piede libero.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.