BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Djimsiti guarda avanti: “Col Milan un incidente, per l’Europa ci siamo ancora”

Il difensore albanese: "A Torino andremo per vincere, e io voglio restare all'Atalanta"

Papu Gomez in forte dubbio: non è solo una botta ma un problema al flessore che tiene in sospeso la sua presenza a Torino sabato 23 contro i granata. E visto che mancano solo un paio di giorni, difficile che il capitano recuperi, anche considerando l’impegno imminente in Coppa Italia mercoledì 27 a Firenze. Chiaro che Gasp farà di tutto per recuperarlo nell’andata della semifinale.

Intanto allo Store di via Tiraboschi ha parlato Berat Djimsiti, che da riserva è diventato quasi titolare fisso nelle ultime partite: dal 26 dicembre contro la Juve ha saltato solo la Spal due settimane fa.

Deluso per la sconfitta con il Milan? “Potevamo sicuramente fare meglio, ma adesso guardiamo avanti”.

Piatek? È l’attaccante più forte che ha affrontato finora? “Noi abbiamo giocato molto bene nel primo tempo, poi lui ha segnato un gran gol e non so chi ne farà ancora uno simile. Come difensore non mi aspettavo che tirasse così. Se è l’attaccante più forte? Ne ho incontrati anche altri, Ronaldo, Immobile… in Serie A ce ne sono tanti forti”.

Con il Torino sarà una partita diversa? “Mah, il Torino è forse simile al Milan come difesa, ha preso pochi gol. Noi vogliamo riuscire a fare gol e vincere. Certo a Bergamo tante squadre vengono e si chiudono come ha fatto il Milan, non è facile passare. Fuori casa facciamo meglio e speriamo che il Torino si apra un po’”.

Tra l’altro nel primo tempo lei per due volte ha sfiorato il gol di testa. Magari alla terza fa gol… “Con Milan in effetti ero arrabbiato perché non sono riuscito a prendere la porta, spero davvero che entri alla prossima”.

Per farsi trovare sempre pronto? “Io cerco sempre di migliorare e avere la fiducia del.mister. Il segreto? Il mister guarda gli allenamenti e tutti devono essere al 100 per cento, lui ci vede e decide”.

Il suo futuro? “Mi piacerebbe restare all’Atalanta, cerco di meritarmi la fiducia… Ovvio che si deve sempre migliorare e non solo in difesa, ma neanche la Juve è sempre al massimo”.

Prima del Milan si parlava di Champions: cambia qualcosa dopo la sconfitta? “Per l’Europa non cambia nulla, abbiamo fatto bene nelle ultime gare e guardiamo sempre avanti. Mercoledì prossimo avremo la Coppa Italia e in due partite tutto è possibile, per noi è una grande opportunità”.

Infine uno sguardo alla sua Nazionale, l’Albania, con Panucci ct. “Ci sono e ci voglio restare, vedremo a metà marzo le prossime convocazioni”.

Mercato

Una voce di mercato circolata ieri: Timothy Castagne piace al Milan, l’Atalanta avrebbe chiesto 25 milioni. Se ne riparlerà a giugno.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.