BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cucina

Informazione Pubblicitaria

Oscar della cucina, il bergamasco Riccardo Camanini trionfa a Parigi

Lo chef del Lido84 premiato nella categoria "Specialità della casa" ai The World Restaurant Awards

Più informazioni su

Parla anche bergamasco la prima edizione dei World Restaurant Awards andata in scena lunedì 18 febbraio a Parigi. parla bergamasco grazie a Riccardo Camanini, chef del Lido84 di Gardone Riviera, che ha trionfato nella categoria “Specialità della casa” con la sua ormai famosissima “Cacio e pepe cotta in vescica di maiale” (nella foto sotto).

The World Restaurant Awards si è svelato per la prima volta a Parigi, con la cerimonia di Palais Brogniart (in passato, nella stessa sala, si è già riunito il gotha della cucina francese, per ricevere le stelle Michelin).

Riccardo Camanini

È stata la prima edizione di un progetto frutto della collaborazione tra il food writer Joe WarwickAndrea Petrini, che coinvolgendo oltre 100 esperti del settore – tra stampa e chef conosciuti in tutto il mondo – si prefigge di dispensare riconoscimenti alle eccellenze della ristorazione internazionale (e ci risiamo), seguendo uno schema che ricorda molto la notte degli Oscar, “perché questi premi vogliono celebrare la ristorazione nella sua accezione culturale, alla stessa stregua di cinema, arte e musica”, hanno spiegato Warwick e Petrini (rispettivamente direttore creativo e presidente della giuria).

Ai blocchi di partenza, nel tardo pomeriggio parigino, si sono presentati in 73, provenienti da 22 Paesi del mondo: due terzi dei nominati erano europei. Alla fine della serata, i premi per l’Italia sono stati due: oltre al piatto conquistato per la categoria House Special da Riccardo Camanini, è stato Food for Soul, sul palco con Lara Gilmore (moglie di Massimo Bottura), a meritare il riconoscimento al progetto etico più meritevole, per l’impegno planetario con i refettori, partito nel 2015 a Milano e oggi replicato in molte città del mondo.

Camanini, bergamasco trapiantato sulla sponda bresciana del lago di Garda, è uno degli chef più in vista del momento col suo Lido84 di Gardone Riviera, una stella Michelin.

Di seguito i vincitori per ogni categoria:

Ristorante dell’anno
Wolfgat, Paternoster (Sudafrica)

BIG PLATES
Novità dell’anno
Inua, Tokyo (Giappone)

Atmosfera
Vespertine, Los Angeles (USA)

Collaborazione (tra chef e produttore) dell’anno
Paradiso X Gortnanain, Cork (Irlanda)

Enduring Classic (il ristorante sulla cresta dell’onda da almeno 50 anni)
La Mere Brazier, Lione (Francia)

Ethical Thinking
Refettorio, Food for Soul (Italia)

Evento dell’anno
Refugee Food Festival, Parigi (Francia)

House Special
Lido84, Gardone Riviera (Italia)

Forward Drinking
Mugaritz, San Sebastian (Spagna)

No Reservations Required
Mocotò, San Paolo (Brasile)

Off Map Destination
Wolfgat, Paternoster (Sudafrica)

Original Thinking
Le Clarence, Parigi (Francia)

SMALL PLATES
Account Instagram dell’anno
Alain Passard, Parigi (Francia)

Red Wine Serving Restaurant
Noble Rot, Londra (UK)

Tatoo-free chef
Alain Ducasse, Parigi (Francia)

Trolley of the year
Ballymaloe House, Cork (Irlanda)

Tweezer-free kitchen
Bo.Lan, Bangkok (Thailandia)

Long-form Journalism
Lisa Abend, The Fool Circus (Fool Magazine, Svezia)

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.