Quantcast
Nuova luce per il Polittico: "chiacchiere" in piazza per raccogliere fondi - BergamoNews
Treviglio

Nuova luce per il Polittico: “chiacchiere” in piazza per raccogliere fondi

Il costo dell'operazione si aggira tra gli 8 e 10 mila euro, che verranno finanziati dal Lions Club Treviglio Fulcheria tramite una serie di iniziative, prima tra tutte quella della "vendita" delle chiacchiere in piazza Manara a Treviglio nella giornata di domenica 17.

Nuova luce per il Polittico di Treviglio. Questa volta la frase va presa alla lettera perchè non si tratta di un nuovo restauro per la nota opera di Zenale e Butinone presente nella Basilica di Treviglio ma bensì di un nuovo impianto di illuminazione, che dovrebbe andare a sostituire l’attuale, ormai obsoleto. A proporre l’importante progetto il Lions Club Treviglio Fulcheria che ha realizzato il prospetto.

“Con il nostro Club, Il Lions Club Treviglio Fulcheria, abbiamo pensato nell’ambito delle attività di beneficenza che facciamo annualmente di adoperarci per un’attività legata al Politico di San Martino, che si trova nella Basilica di Treviglio – ha dichiarato il presidente Gianluca PignatelliUn’opera straordinaria, sfavillante per abbondanza di foglia d’oro e dettagli, che è stata restaurata nel 2011 a causa di alcuni gravi problemi di tarlatura. Un’opera che purtroppo è rimasta nel buio: il sistema di illuminazione che c’è attualmente era adeguato per l’epoca in cui è stato realizzato ma risulta obsoleto per la tecnologia moderna. Questo fa sì che l’opera rimanga spesso nascosta nella penombra”.

Chiamato a disegnare il progetto lo Studio Switch di Bergamo, composto da Paolo De Bellis, Marta Mannino e Stefano Bragonzi. La direzione dei lavori è affidata all’architetto dalminese Noemi Bettoni. La prefazione del progetto, con cenni storico artistici, è stata affidata al sindaco di Brignano Gera d’Adda Beatrice Bolandrini. A realizzare l’intero reportage dei lavori ci penserà Tino Belloli, storica figura trevigliese.

“Rispetto all’attuale impianto il prospetto vede l’installazione di due diversi tipi di illuminazione – ha spiegato Noemi Bettoni – in modo da eliminare le parti in ombra permettendo una visione a tutto tondo dell’opera: attualmente il problema è che l’illuminazione avviene attraverso dei proiettori posti ai lati, che vanno solo ad abbagliare l’opera, con gravi problemi di rifrazione per via della grande quantità di ‘foglia d’oro’, una particolare tecnica artistica, presente nel Polittico. Con l’attuale illuminazione quindi si ha un effetto di sovra illuminazione per alcune parti, mentre i riquadri più bassi rimangono nella penombra. Il progetto propone due livelli di illuminazione diversi: uno dall’alto e uno dal basso. L’illuminazione dall’alto permetterà un’illuminazione generale dell’opera, con proiettori appositi che andranno a diminuire gli effetti delle ombre andando a fornire una prima illuminazione, di cui si potrebbe valutare la perenne accensione. La seconda illuminazione andrà invece a concentrarsi sulle diverse scene e riquadri, con una particolare fase narrativa. Metteremo quindi dei proiettori anche alla base, in modo tale che lo spettatore riesca a leggere l’intera opera. Sommando le due tipologie diverse di luci non ci sarà più il problema del riverbero che da ad esempio la foglia d’oro e dall’altra parte si potrà finalmente distinguere tutte le cornici lignee. E’ un’opera abbastanza difficile da illuminare , anche perchè non è posizionata nella location migliore, dato che il Polittico andrebbe visto da lontano, inoltre le cornici lignee generano molte ombre. Data la conformazione dell’opera e il posto in cui è posizionata stiamo studiando la soluzione migliore legata all’illuminazione”.

Il costo dell’operazione si aggira tra gli 8 e 10 mila euro, che verranno finanziati dal Lions Club Treviglio Fulcheria tramite una serie di iniziative, prima tra tutte quella della “vendita” delle chiacchiere in piazza Manara a Treviglio. Nella giornata di domenica 17 dalle ore 10 alle ore 18 i volontari dei Lions doneranno delle confezioni di chiacchiere a fronte di una donazione simbolica, il tutto per raccogliere fondi per questo ambizioso progetto. Gli architetti, così come tutte le altre figure legate al progetto opereranno in modo gratuito, così come gratuite saranno le scorte di chiacchiere, che saranno donate dalla “Piuma d’oro” di Federico Pizzoccheri, storico membro dei Lions.

“Lo scopo del nostro progetto – ha concluso Pignatelli – è di consentire alla nostra comunità di tornare a fruire pienamente della più importante opera che ha Treviglio, una delle maggiori del rinascimento lombardo. Con un piccolo gesto i trevigliesi potranno contribuire a questo grande progetto per rilanciare questa opera così importante per la nostra città”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI