Ciclabile Valbrembana, Zogno replica al Pd: "Non conosce il territorio" - BergamoNews
La polemica

Ciclabile Valbrembana, Zogno replica al Pd: “Non conosce il territorio”

L'amministrazione leghista sulla nota dei Democratici: "Tardiva e superficiale"

“Una presa di posizione tardiva e superficiale”. Non tarda ad arrivare la risposta dell’amministrazione comunale di Zogno riguardo alla nota dei Democratici con la quale viene chiesto di utilizzare il sedime ferroviario per completare la ciclabile della Valle Brembana, evidenziando problemi di sicurezza per chi deve attraversare la strada in prossimità delle Grotte delle Meraviglie (leggi qui).

“Stupisce la presa di posizione del Partito Democratico che solo oggi, con grande ritardo, pone la questione del completamento della pista ciclabile della Valle Brembana, dopo i numerosi appelli che in questi anni sono stati portati dall’amministrazione comunale di Zogno” commenta il vicesindaco Giampaolo Pesenti -. Stupisce altresì la superficialità della proposta, con la quale viene chiesto un intervento in una zona industriale, dimostrando di non conoscere il territorio e le problematiche che la soluzione prospettata porta con sé. Ultimamente abbiamo riscontrato una diversa attenzione da parte dell’attuale Presidente della Provincia con il quale, finalmente, unitamente a Regione Lombardia, alla Comunità Montana e al Bim, stiamo lavorando per realizzare il prima possibile il progetto di completamento della pista ciclabile presentato dall’ amministrazione comunale. Una soluzione a cui saremmo arrivati già da tempo se il Partito Democratico, in tutti questi anni, non avesse assecondato la scelta della provincia di non intervenire. Comunque auspico che questa presa di posizione si possa trasformare in un ulteriore sostegno alle richieste, che come amministrazione comunale porteremo nelle sedi opportune, per poter trovare il prima possibile soluzione a questa tematica, per il bene di tutta la Valle Brembana”.

Uno stupore espresso anche dal sindaco di Zogno, Giuliano Ghisalberti: “Una proposta che dimostra una mancata conoscenza del territorio, che non considera le problematiche di sicurezza e pericolosità. Abbiamo evitato che la Provincia chiudesse alle nostre richieste ed ora, con la nomina di Gafforelli, vediamo una diversa disponibilità e siamo speranzosi in una nuova intesa, per trovare al più presto una soluzione”.

leggi anche
  • La polemica
    Ciclabile Valle Brembana, il Pd: “Zogno utilizzi il sedime ferroviario per completarla”
    pista ciclabile
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it