BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

LAFONTE

Informazione Pubblicitaria

Al via il progetto di volontariato Shiatsu insieme a “Noi col fiocco rosa” alla Scuola LAFONTE

Giovedì 14 febbraio dalle 17.30 alle 19.30 alla sede della Scuola LAFONTE, in via Buratti 57, Bergamo, parte il progetto di volontariato Shiatsu insieme a "Noi col fiocco rosa".

Giovedì 14 febbraio dalle 17.30 alle 19.30 alla sede della Scuola LAFONTE, in via Buratti 57, Bergamo, parte il progetto di volontariato Shiatsu insieme a NOI COL FIOCCO ROSA.

LAFONTE

 

NOI COL FIOCCO ROSA è un progetto ideato dall’Associazione L’ESSENZA – Alimentiamo il Benessere con sede a Bergamo, volto a sostenere le donne malate di tumore al seno, nel loro percorso di guarigione, tramite la cura dell’alimentazione e del loro benessere a 360°.

LAFONTE

Nell’ambito di “Noi col fiocco rosa”, la scuola di Shiatsu LAFONTE ha proposto all’Associazione L’ESSENZA di collaborare introducendo un progetto di volontariato shiatsu.

Quest’ultimo prevede un ciclo di trattamenti shiatsu gratuiti della durata di circa 40/50 minuti in favore delle donne malate di tumore al seno iscritte all’Associazione L’ESSENZA.
I trattamenti verranno eseguiti dagli operatori shiatsu della Scuola LAFONTE una volta alla settimana,a partire da giovedì 14 febbraio 2019, fino a giovedì 13 giugno 2019 e nelle seguenti giornate ed orari:
giovedì dalle 17.30 alle 18.30 alla sede della Scuola LAFONTE, in Via Buratti 57, Bergamo
Oppure
– giovedì dalle 18.30 alle 19.30 alla sede della Scuola LAFONTE, in Via Buratti 57, Bergamo

Questo è il pensiero espresso dagli Operatori Shiatsu che hanno aderito al progetto:
Questo progetto di volontariato è stato voluto perché pensiamo che lo Shiatsu, insieme ad altre discipline olistiche, sia un utile strumento per occuparsi della persona nella sua globalità, ridonandole benessere e gioia di vivere.
Per noi operatori Shiatsu, questa bellissima arte orientale è qualcosa di più che un insieme di tecniche efficaci per riequilibrare il normale fluire energetico. E’ uno strumento che porta ad una comunicazione non verbale, ma profonda, con il ricevente. E’ “prendersi cura” dell’altro piuttosto che “curare” l’altro.
Questa osservazione è ancora più vera quando andiamo a trattare persone con disagi fisici, psichici o emotivi. Mai come in questi casi, lo scopo di noi operatori Shiatsu non è quello di guarire i nostri riceventi, ma di andare loro incontro, di accoglierli nel modo più semplice e naturale, attraverso il contatto fisico.
Nel trattare queste persone, spesso osserviamo delle dinamiche che ci appartengono, magari in noi non sono così esasperate, ma sono le stesse e derivano sempre da una mancanza di “amore” verso noi stessi …… allora, trattare loro diventa come trattare noi stessi.
È per questo motivo che al termine del trattamento proviamo benessere, sia noi che loro. Si instaura una relazione “speciale”, molto difficile da esprimere a parole perché non si esprime attraverso il linguaggio della mente, ma del cuore”.

Dal punto di vista scientifico, sono stati effettuati diversi studi sull’effetto del trattamento shiatsu sui malati oncologici. In questi studi viene specificato che lo Shiatsu non è una terapia, né interviene sulla patologia, non sostituisce la cura medica, ma, nel totale rispetto della diagnosi e prognosi fatta dal medico e dal personale sanitario, migliora in maniera naturale lo stato del terreno del soggetto aggredito dalla patologia. In particolare, sono stati evidenziati questi effetti:
a – migliore percezione somatica: le persone riferiscono di “sentire” il proprio corpo non solo come fonte di dolore, ma anche, e ancora, di sensazioni piacevoli;
b – stimolo delle risorse naturali individuali: il tono dell’umore migliora dopo le sedute, favorendo il confronto anche con il proprio nucleo affettivo;
c – sollievo per i parenti: spesso si è verificata una condivisione del migliore stato emotivo della persona con i familiari, che ne hanno beneficiato in termini di riduzione del carico di sofferenza;
d – consapevolezza: il particolare stimolo tattile dello Shiatsu genera un rilassamento che può sostenere il nascere di riflessioni personali dei malati, incoraggiando un’elaborazione di questa fase della vita;
e – miglioramento di alcuni parametri: attraverso delle rilevazioni specifiche, è stato valutato che il trattamento shiatsu favorisce rilassamento e benessere; mentre riduce nausea, dolore, dispnea ed ansia.

A questo proposito, la Scuola LAFONTE vuole condurre uno studio scientifico sul campione di donne oggetto dei trattamenti attraverso la misurazione di alcuni sintomi all’inizio prima e dopo ogni trattamento shiatsu, al fine di effettuare una statistica sugli effetti che lo Shiatsu eserciterebbe su questo tipo di patologia.

E’ stato deciso di condurre lo studio scientifico attraverso l’utilizzo della Scala ESAS (Edmonton SymptomAssessment System), validata dalla comunità scientifica per studi di questa tipologia.
L’ESAS consiste in un questionario autocompilato da parte delle pazienti, alle quali viene chiesto di esprimere la presenza o meno di un sintomo, in una scala da 1 a 10.

Di seguito, la tabella che riassume il questionario sottoposto alle pazienti, prima e dopo ciascun trattamento shiatsu:

LAFONTE

L’utilizzo dell’ESAS sugli effetti dello Shiatsu è già stato sperimentato in passato sulle persone ricoverate in hospice. Esiste, infatti, uno studio scientifico pubblicato sulla Rivista Italiana delle Cure Palliative, condotto su un campione di pazienti ricoverati in hospice e sottoposti ad un ciclo di trattamenti Shiatsu con cadenza settimanale, da novembre 2006 a marzo 2007.

I risultati di questo studio evidenziano un miglioramento di tutti i sintomi, come mostra la tabella che risulta pubblicata sulla rivista:

LAFONTE

 

LAFONTE

Contatti
LAFONTE
Scuola di Shiatsu e Discipline Bio Naturali
Maurizio Curtaz – cell.327.2374228
info@lafonteshiatsu.it
www.lafonteshiatsu.it

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.