Un minuto di silenzio per Marisa: oggi i funerali, lutto cittadino a Curno - BergamoNews
L'ultimo saluto

Un minuto di silenzio per Marisa: oggi i funerali, lutto cittadino a Curno

Si terranno alle 15 nella parrocchia Santa Maria Assunta. Il Comune invita i cittadini ad esporre alle finestre un drappo di colore rosso

L’ultimo abbraccio di Curno a Marisa Sartori, la 25enne uccisa a coltellate nella notte tra sabato 2 e domenica 3 febbraio, sarà sabato 9 alle 15 nella parrocchia Santa Maria Assunta, in piazza Papa Giovanni XXIII.

Il Comune ha proclamato lutto cittadino invitando i cittadini e le istituzioni ad osservare un minuto di silenzio alle 11, quando suoneranno le campane della chiesa parrocchiale. Non solo: anche ad esporre alle finestre o indossare un drappo o un simbolo di colore rosso per l’intera giornata, “come gesto di condanna per la violenza perpetrata e sensibilizzare tutte le comunità sul tema del femminicidio e sulla violenza di genere”, si legge nell’ordinanza.

Ad uccidere Marisa sei coltellate, cinque sul lato sinistro del torace e una, quella mortale, in pieno petto: l’autopsia eseguita giovedì 6 febbraio all’ospedale Papa Giovanni XXIII dal dottor Matteo Marchesi, ha confermato la brutalità dell’aggressione alla giovane, uccisa sabato sera mentre con la sorella Deborha si stava recando a cena dai genitori.

Sono segni compatibili con il coltello lungo 25 centimetri che i carabinieri hanno ritrovato in un cespuglio lì vicino, quello con il quale Ezzedine Arjoun, marito della vittima, ha attaccato le due ragazze.

Il 35enne tunisino, dopo essersi disfatto dell’arma del delitto, si è consegnato ai carabinieri con le mani ancora sporche di sangue: l’uomo, in carcere da sabato notte per l’omicidio della ex moglie e il tentato delitto della cognata, al gip Lucia Graziosi ha raccontato di averle aggredite solamente dopo che Deborha l’aveva invitato ad andarsene e a uscire per sempre dalla loro vita.

Lunedì è invece prevista una fiaccolata, organizzata dalle amiche della 25enne “senza desiderio di vendetta, in onore di Marisa e tutte le donne uccise come lei”. Il ritrovo è fissato lunedì 11 febbraio alle 20.30 a Mozzo, in piazza Trieste. Da qui la fiaccolata si sposterà di 2,4 chilometri verso via IV Novembre a Curno, dove la giovane è morta pochi giorni prima del suo 26esimo compleanno.

leggi anche
  • Gli sviluppi
    Omicidio Curno, Marisa uccisa con 6 coltellate: sorella ascoltata dai carabinieri
    Marisa Sartori
  • L'iniziativa
    Da Mozzo a Curno, una fiaccolata per Marisa
    fiaccolata marisa curno
  • L'interrogatorio
    Curno, Arjoun: “Ero drogato, non ricordo di aver ucciso mia moglie Marisa”
    Marisa Sartori
  • Ricoverata al papa giovanni
    Omicidio di Curno, migliorano le condizioni della sorella di Marisa: è cosciente
    Deborha Sartori
  • Il punto
    Omicidio di Curno, trovata l’arma del delitto; Marisa aveva denunciato le minacce
    Omicidio di curno
  • Il delitto
    Omicidio di Curno, lutto cittadino e veglia di preghiera, il sindaco Gamba: “Ferma condanna”
    Cacciatori
  • Il delitto
    Omicidio di Curno, bandiere a mezz’asta; il sindaco: “Chi sa denunci, ma è impossibile arginare la follia”
    Omicidio a Curno
  • Sabato sera
    Curno, uomo accoltella due donne: una muore a 25 anni
    Omicidio a Curno
  • La lettera
    La mamma di Marisa scrive a Sei di Bergamo se: “Grazie di cuore”
    Marisa Sartori
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it