Quantcast
"Essere nati senza Fabrizio De Andrè": la mostra tributo del Liceo artistico Manzù - BergamoNews
All'ex carcere sant’agata

“Essere nati senza Fabrizio De Andrè”: la mostra tributo del Liceo artistico Manzù

Per approfondire e rielaborare, con la sensibilità dei giorni nostri, i temi trattati nelle sue canzoni

Si apre venerdì 8 febbraio 2019, il tributo del Liceo Artistico Statale “Giacomo e Pio Manzù” al grande poeta e musicista genovese, Fabrizio De André. Nel ventesimo anniversario dalla scomparsa, gli spazi dell’Ex Carcere Sant’Agata in Bergamo Alta, ospiteranno installazioni individuali, collettive ed eventi musicali, frutto di un percorso di ascolti, letture, studio e progetto iniziato nel corso dell’anno scolastico 2017-2018 e inserite nel quadro dell’attività di alternanza scuola-lavoro.

L’idea sviluppata da alcuni studenti del Liceo cittadino che frequentano gli indirizzi di Architettura, Arti Figurative e Grafica è nata dalla curiosità e dal desiderio di approfondire e rielaborare, con la sensibilità dei giorni nostri, i temi trattati nelle sue canzoni: “Siamo nati quando De André ormai non c’era più, non poteva più scrivere né cantare, ma la sua presenza ha continuato ad essere viva e importante, le sue parole non hanno smesso di accompagnarci e di avere grande influenza sulla nostra crescita interiore, sul modo di guardare gli altri, il mondo, la società che ci circonda”.

“In questo percorso lungo e complesso – hanno dichiarato gli studenti – siamo stati sostenuti e incoraggiati innanzitutto dal nostro Istituto, ma dobbiamo ringraziare per l’appoggio e per la
collaborazione anche altri Enti: la Fondazione De André, il Comune di Bergamo, l’associazione culturale Maite, la Fondazione Credito Bergamasco e Lombarda Design. Grazie anche a questa rete di forze possiamo ora proporre a tutti coloro che ne siano interessati il risultato concreto del nostro impegno, di cui andiamo molto orgogliosi”.

La data di chiusura di questa iniziativa, il 18 febbraio, coincide con la nascita di Fabrizio De André, ma nonostante i versi della sua canzone ci ricordano che: ‘Di fronte all’estrema nemica non vale coraggio o fatica non serve colpirla nel cuore perché la morte mai non muore’, a vent’anni di distanza, lui è più che mai vivo e presente nel cuore di molte giovani generazioni .

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
piazza de andre
L'appello
Caro sindaco, intitoliamo una via di Bergamo all’amato Faber?
piazza de andre
Cultura&città
Bergamo, una via o una piazza a De Andrè: “Al lavoro, cerchiamo quale dedicargli”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI