Quantcast
Fae Technology, schede elettroniche "fai da te": "USA e hub tecnologico, pronti al grande salto" - BergamoNews

Innovare per competere

Gianmarco lanza

Fae Technology, schede elettroniche “fai da te”: “USA e hub tecnologico, pronti al grande salto”

L'azienda di Gazzaniga, guidata dal giovane Gianmarco Lanza, ha sviluppato un servizio online che permette ai clienti la prototipazione rapida delle PCBA attraverso un’interfaccia digitale dedicata.

I primi in Italia a dare la possibilità ai clienti di acquistare i prototipi delle proprie schede elettroniche direttamente online. La piattaforma web, che semplifica i processi e abbatte i costi, è della FAE Technology, azienda di Gazzaniga, in Val Seriana, che conta 80 dipendenti, di cui 21 inseriti nel solo anno 2018, e si occupa di progettazione, produzione e assemblaggio per conto terzi di schede e componenti elettronici.

“Grazie alla piattaforma Startpoint – spiega Gianmarco Lanza, 33 anni presidente e amministratore delegato di FAE Technology Spa – abbiamo sviluppato un servizio online che permette ai nostri clienti la prototipazione rapida delle PCBA attraverso un’interfaccia digitale dedicata”.

Per creare la piattaforma e allestire il reparto dedicato sono stati necessari due anni e mezzo per un investimento complessivo di 800 mila euro.

“Con il programma Fast PCBA vogliamo abbattere le barriere, creando un accesso più facile ed economico alla tecnologia e alla prototipazione elettronica a tutti coloro che sviluppano soluzioni tecnologiche”. Con la sola attivazione della piattaforma per i beta tester FAE Technology conta cinquanta campionature al mese.

Fae Technology

L’elettronica è uno dei principali elementi per l’abilitazione della digital transfomation, quindi sempre più aziende hanno bisogno di impiegarla nei settori più disparati. “Fast PCBA Program è una piattaforma web connessa ad un reparto dedicato attraverso il quale è possibile configurare ed acquistare le proprie schede elettroniche autonomamente: uno dei primi passaggi attraverso i quali il digitale rivoluzionerà anche il nostro settore”.

La FAE (Fabbrica apparecchiature elettroniche) è nata nel 1991 come piccolo laboratorio di produzione di schede elettroniche, per volontà del papà di Gianmarco, Francesco. Nel 2011 è stata costituita dallo stesso Gianmarco, con il socio Christian Raineri, la Fae++, società di progettazione elettronica per supportare i clienti nello sviluppo dei prodotti. Nel 2017 il cambio denominazione in FAE Technology con nuova ragione sociale, da srl a spa che fa capo ad un unico azionista, GML Venture srl, società interamente controllata dalla famiglia Lanza.

“L’idea di lanciare sul mercato la piattaforma Startpoint è nata dall’analisi su come il digitale, partendo dalla fine degli anni novanta sino ad oggi, abbia cambiato i processi nel nostro settore e sulla diffusione del digitale nelle relazioni BtoB che ha consentito la crescita di alcuni player e, purtroppo, abbia comportato la decrescita di altri”.

Due le anime presenti in FAE Technology: quella manifatturiera per la produzione di schede e assemblaggi elettronici per conto terzi, e quella più propriamente progettuale e innovativa. I settori di riferimento sono l’elettromedicale (in particolare radiologico), l’aerospaziale, l’automazione industriale, il vending, il risparmio energetico e, oggi sempre di più, il vasto mondo dell’Iot (acronimo dell’inglese Internet ofthings, il cosiddetto internet delle cose) e della robotica.

Fae Technology

“La trasformazione digitale – continua Lanza – può aiutarci a rendere il nostro mondo sostenibile. L’avvento dell’IoT e dell’intelligenza artificiale sono processi di grande cambiamento, ma ad oggi ancora oggi non sappiamo se l’avvento sarà uno sprint ai 100 metri o una maratona”. Studi recenti su un discreto panel di aziende certificano che la trasformazione digitale è in grado di portare concreti benefici all’attività economica aziendale, incidendo sulle spese in conto capitale e sull’ottimizzazione dei tempi. Si riducono i costi per la messa in opera di nuovi sistemi e componenti, senza contare che la digitalizzazione -sfruttando l’Internet of Things- può portare a risparmi significativi sulle spese operative, migliorando in modo concreto efficienza, affidabilità, sicurezza e sostenibilità.

Nel contesto in cui opera la Fae Technology un ruolo fondamentale è giocato proprio dall’innovazione. “Il nostro slogan – racconta il presidente e amministratore delegato di FAE Technology Spa – ,da molti anni, è ‘innovation through design’, ovvero: abilitiamo l’innovazione attraverso i processi di design! Non è solo un claim, ma un vero e proprio motore nelle nostre attività di business development”.

“L’innovazione è curiosità, fame di conoscenza. Non ci può essere innovazione senza passione e amore per la vita, non si possono fare distinzioni a riguardo! Per questo motivo in FAE Technology coltiviamo l’amore per la vita oltre che al miglioramento continuo degli indicatori di profitto”.

Bivalente il ruolo giocato dall’impresa di Gazzaniga in un contesto dove le imprese sono sempre più orientate verso la digitalizzazione e l’automatizzazione, “Noi abilitiamo tecnologia che molti player impiegano per fare digitalizzazione, con particolare riferimento allo smart manufacturing ed al 4.0: infatti abbiamo una nostra startup controllata che sia chiama RushUp che realizza e commercializza soluzioni di edge computing per fare re-vamping delle fabbriche: ovvero rendere smart le fabbriche industriali con macchinari datati. Allo stesso tempo però abbiamo una fabbrica, anzi i nostri siti produttivi ora sono due, e in essi stiamo implementando il digitale per il presidio di ogni processo, dal controllo all’analisi predittiva”.

Uno dei fenomeni più caratterizzanti l’era digitale è certamente costituito dai social networks, che stanno rivoluzionando le tradizionali tecniche di comunicazione e offrendo non solo agli individui ma anche alle imprese opportunità del tutto nuove. “L’impresa in Italia è per certi versi più 4.0 di quanto si possa immaginare per quanto riguarda i processi interni: ora secondo me la forza dev’essere quella di ridisegnare le relazioni con i terzi grazie al digitale: dalla sinergia, quella vera, arrivando al marketing inbound. Pensate a quanto sono cambiate le relazioni tra i privati grazie al digitale: nell’impresa è tutto da costruire. L’elemento chiave sarà a mio avviso la capacità di aprire davvero le porte della propria impresa a percorsi di sinergia: qualcosa mi fa pensare che la strada qui in zona sia ancora molto lunga”.

Fae Technology

Prossime tappe della crescita della FAE Technology sono “uno spazio di rappresentanza, sia commerciale che tecnico – continua Lanza- negli Stati Uniti per seguire le iniziative nelle quali siamo coinvolti, una nuova iniziativa dedicata al settore delle macchine industriali collegata ad un importante gruppo, un hub tecnologico nel quale gestire i progetti più innovativi ed i PoC (Proof of Concept) per l’IoT, proseguire con il 30% di crescita all’anno e incrementare di qualche punto di EBITDA percentuale in più rispetto al passato per rendere la nostra crescita più sostenibile: ci stiamo preparando per un grande salto”.

L’azienda elettronica di Gazzaniga ha chiuso il 2018 con un fatturato consolidato di 12 milioni. Una crescita continua dopo i 9 milioni registrati nel 2017 e i 7 milioni del 2016. Quest’anno la previsione è toccare i 17 milioni di euro. “Nei prossimi mesi prevediamo dieci assunzioni”.

Diploma tecnico a Gazzaniga, l’ingresso di Gianmarco Lanza, 33 anni, nella realtà aziendale familiare è stato precoce. “Sono entrato in FAE dodici anni fa. Il passaggio generazione è stato molto rapido e precoce: uno dei principali problemi che ho incontrato nei primi anni è stata proprio la credibilità dovuta alla mia giovane età”. Dei primi momenti in azienda “ricordo tanto amore per i miei genitori e la voglia di stare con loro ma allo stesso tempo un grande desiderio di essere autonomo, per mettermi in gioco applicando le mie prime idee, molte delle quali sbagliate ma per fortuna nessuna in modo distruttivo”.

Per attirare trattenere i talenti FAE Technology ha aderito al programma Whp (Workplace health promotion) per la salute e la sicurezza sul luogo di lavoro oltre ad offr ire servizi di welfare ad hoc per i propri dipendenti.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
Più informazioni
leggi anche
Green Factory
Sfida europea
Parte Green Factory, progetto bergamasco per l’aria pulita in fabbrica
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI