BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Blu Basket Treviglio

Informazione Pubblicitaria

Remer Treviglio – Biella: i video e i commenti della partita

Domenica 3 febbraio al PalaFacchetti di Treviglio contro il Biella, la Remer ha combattuto ma hanno prevalso i piemontesi vincendo 80 a 81. Ecco le disamine e le interpretazioni della partita.

Più informazioni su

Domenica 3 febbraio al PalaFacchetti di Treviglio contro il Biella, la Remer ha combattuto ma hanno prevalso i piemontesi vincendo 80 a 81.

I video qui di seguito propongono due diverse interpretazioni per leggere e rivedere il match.

VIDEO 1

VIDEO 2

Ecco i commenti dalla Sala Stampa dopo la sconfitta con Biella.

Adriano Vertemati: Entrambe le squadre hanno dato fondo a tutte le energie che erano rimaste. Anche se siamo stati avanti per 35 minuti, Biella è stata molto brava a rimanere attaccata alla partita sempre. Dovremmo giusto recriminare il fatto che non siamo riuscire a gestire la difesa in modo continuo. Siamo comunque riusciti a limitare Sims, che veniva da ben 31 punti e 28 di media nelle ultime quattro partite. Perdere in casa ci ha fatto male, ma sappiamo che può accadere e troveremo la forza di rialzarci subito. Chris ha fatto una partita in attacco ottima, e dobbiamo tener conto che Biella è molto preparata sulla difesa. Posso considerare questa partita come una prova di maturità, che sicuramente non è fallita; la partita è stata giocata con solidità e in maniera competitiva.

Remer Treviglio

Mattia Palumbo: questa partita è stata decisa da diverse giocate: alcuni errori in difesa nostri, altri in attacco.
Biella ha fatto una grande partita e noi abbiamo peccato non solo alla fine ma anche nel corso della partita, per questo motivo abbiamo perso.
è un peccato perché comunque è una partita che avremmo potuto vincere, se fossimo stati più solidi nel corso di tutta la gara avremmo potuto ottenere un vantaggio facilmente gestibile anche nei punti finali.
questo finale punto a punto si decide da piccole giocate, e biella se lo è aggiudicato.
Mi dispiace personalmente che si giochi a fiorentino e non a uno dei due palazzetti che ci sono a roma, sarà una trasferta comunque difficile perché l’Eurobasket è difficile da affrontare in casa. Non è in una situazione eccellente e per questo motivo questa settimana dovremo allenarci duramente per portare a casa i 2 punti che non siamo riusciti ad ottenere qui in casa.

Remer Treviglio

Michele Carrea: Ci siamo accorti subito che l’approccio della squadra non è stato sicuramente all’altezza adatta per vincere in un campo come questo e contro un avversario come questo.
I primi quattro canestri eseguiti sono stati concessi su grandi punti di forza come Pecchia e Roberts, e su questo inizio abbiamo fatto una riflessione cercando le energie per reagire.
Treviglio è un avversario che conosciamo, quindi nonostante il poco tempo per preparare la partita penso che sulle caratteristiche individuali abbiamo dovuto essere molto attenti.
Abbiamo messo tantissima energia in campo e per una volta il finale punto a punto ci premia: credo che questa sia la più grande novità per la nostra squadra che fino ad oggi ha perso quasi tutti i rush finali a punto a punto.
Per quanto riguarda l’assenza di Albano, penso che il gruppo è riuscito a colmare il vuoto lasciato da un giocatore come lui come ha fatto in tanti momenti della stagione per varie assenze continuate (Massoni e Stefanelli).
Credo che questa squadra abbia un’identità di gioco, e ciò aiuta molto nelle trasferte: sei meno figlio delle emozioni e più delle tue consapevolezze. Di ciò sono molto orgoglioso e credo lo siano anche i ragazzi.
Per quanto riguarda l’andamento casalingo penso sia anche condizionato dal calendario e dalle due sconfitte da parte di Agrigento e Roma a inizio stagione, dato che a livello di consapevolezza e conoscenza reciproca eravamo piuttosto indietro.
A parte la partita di Agrigento in cui la palla rimase sul ferro durante la quale appellai alla fortuna, è chiaro che sono convinto che i finali punto a punto in cui siamo stati mancanti sono sempre stati un discorso di consapevolizzazione per capire cosa sarebbe servito per fare meglio un finale. Oggi siamo riusciti a vincere a un possesso di distanza, cosa che credo non fosse ancora successa. Non faccio però appello alla fortuna/sfortuna questa volta, perché riconosco il merito dei ragazzi oggi in campo; di conseguenza non faccio appello alla sfortuna nelle partite che abbiamo perso, tranne nel caso della sconfitta di Agrigento per il motivo già spiegato.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.