BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Minacce da gruppi di estrema destra: scorta al giornalista di Bergamo Paolo Berizzi

La soddisfazione di Elena Carnevali e Antonio Misiani, deputata e senatore del Partito Democratico

Più informazioni su

Il ministero dell’Interno ha disposto l’assegnazione della scorta a Paolo Berizzi giornalista bergamasco di Repubblica. L’inviato è da tempo nel mirino di gruppi neonazisti e neofascisti per il suo lavoro di documentazione e inchiesta.

“Accogliamo con soddisfazione la decisione di assegnare la scorta a Paolo Berizzi. Non sbagliavamo quando denunciavamo che una vigilanza generica, come quella che gli era stata assegnata in precedenza, non avrebbe garantito la sua incolumità”.

Lo dichiarano Elena Carnevali e Antonio Misiani, deputata e senatore del Partito Democratico. In particolare Carnevali sulla necessità di una protezione ulteriore al giornalista di Repubblica aveva depositato, insieme ad altri deputati del Gruppo Pd, una interrogazione al ministro dell’Interno.

“Berizzi è un giornalista coraggioso che, attraverso il suo lavoro, ha fatto luce sulla galassia dell’estrema destra italiana e – spiegano Carnevali e Misiani – proprio per questo ha subito ripetute minacce e intimidazioni, ultimamente rivolte anche alla sua famiglia. Ora siamo felici che Berizzi possa continuare a svolgere il proprio lavoro senza mettere ulteriormente a repentaglio la sua vita”.

“Noi non abbassiamo la guardia e continueremo a chiedere la giusta protezione per tutti i giornalisti minacciati. È grazie a loro che vengono accesi fari sulle zone buie del nostro Paese e si svelano intrighi criminosi, difendendo loro – concludono – difendiamo il diritto di cronaca e anche il diritto dei cittadini di essere correttamente informati”.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.