BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Commercianti, in 61 si rivolgono al Comune contro i furti: “Finanzieremo tutte le richieste”

Sono arrivate ben 61 richieste in risposta al Bando che il Comune di Bergamo ha pubblicato lo scorso dicembre per aiutare i commercianti a prevenire furti, rapine e atti vandalici

Più informazioni su

Sono arrivate ben 61 richieste in risposta al Bando che il Comune di Bergamo ha pubblicato lo scorso dicembre per aiutare i commercianti a prevenire furti, rapine e atti vandalici. L’amministrazione ha infatti stanziato 119 mila euro a favore delle attività commerciali che installeranno sistemi di sicurezza, come allarmi, casseforti e vetrine antisfondamento. Si tratta di un contributo (che sarà erogato a partire da fine maggio) a fondo perduto, da un minimo di mille a un massimo di 3 mila euro per ogni commerciante che ne ha fatto richiesta.

“Aiutare i negozi significa aiutare tutti i cittadini. I commercianti – spiega il sindaco di Bergamo Giorgio Gori – sono un punto di riferimento per tutti i cittadini. E se decidono di investire per la sicurezza, fanno un servizio a tutta la città, non soltanto a loro stessi.”

Al bando hanno risposto commercianti di ogni genere, dalle panetterie alle gioiellerie, dai bar ai negozi di fiori, e che si trovano un po’ ovunque sul territorio cittadino, da Bergamo Alta a Borgo Palazzo al centro città.

“I commercianti — commenta il vicesindaco e assessore alla Sicurezza Sergio Gandi — rappresentano anche un presidio importante per la sicurezza urbana, rendendo vivi i nostri quartieri e le zone di pregio della città. Il fondo che abbiamo messo a disposizione risponde da subito alle richieste di 48 esercizi commerciali, ma abbiamo intenzione di reperire le risorse necessarie per rispondere positivamente anche alle domande di finanziamento dei 13 esercizi commerciali che al momento risultano non finanziati.”

“Grazie all’estrema semplificazione delle procedure di accesso, abbiamo ottenuto – sottolinea la Comandante della Polizia Locale del Comune di Bergamo Gabriella Messina – un risultato davvero importante in termini di richieste, nonostante fosse il primo bando del genere pubblicato dal Comune di Bergamo. È ancora più importante se consideriamo che il bando “Impresa sicura” di Regione Lombardia ha avuto pochissimi riscontri per via dell’accesso particolarmente complicato: nel 2018 avevano partecipato solo una decina di commercianti della città, ottenendo un contributo poco superiore ai 20mila euro.”

“Un grande riscontro da parte degli esercenti della città, – dichiara Nicola Viscardi, Presidente del Distretto Urbano del Commercio di Bergamo – complice quanto detto sopra, ma anche grazie al grande lavoro di comunicazione fatto dalle associazioni di via, che puntualmente e capillarmente hanno avvisato i loro iscritti dal centro ai borghi. Accolgo molto positivamente la notizia di una ulteriore integrazione delle risorse da parte dell’Amministrazione in modo da soddisfare tutte le richieste pervenute, visto che l’esigenza di attivarsi per la sicurezza dei commercianti è uno dei temi più sentiti e di cui ho avuto modo di parlare a più riprese con il Comune”.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.