Quantcast
Treviglio: nella notte spunta uno striscione contro Piazza Setti - BergamoNews
Già rimosso

Treviglio: nella notte spunta uno striscione contro Piazza Setti

A posizionarlo alcuni membri del "Collettivo Tanaliberatutti Treviglio" che hanno provveduto poi a postare le fotografie sulla loro pagina ufficiale di Facebook.

Treviglio Futura, profitti e malaffare: il peggio sulla piazza“. Recita così lo striscione comparso nella nottata tra mercoledì 30 e giovedì 31 gennaio in piazza Setti a Treviglio e poi rimosso in mattinata. A posizionarlo alcuni membri del “Collettivo Tanaliberatutti Treviglio” che hanno provveduto poi a postare le fotografie sulla loro pagina ufficiale di Facebook.

Il collettivo, che sul proprio sito internet si definisce “un gruppo autonomo di giovani, studenti e lavoratori, che autorganizzandosi al di fuori di ogni logica istituzionale si propone di riunire tutti coloro che condividono ideali di antifascismo, anticapitalismo e antagonismo verso qualsiasi forma di sfruttamento e oppressione” non è nuovo a questo tipo di protesta, con alcuni striscioni esposti in passato per richiamare l’attenzione su tematiche importanti, come ad esempio l’arrivo di Brebemi sul territorio.

Questa volta ad essere finita nel mirino del “Collettivo” è stata piazza Setti e in particolare la Società di Trasformazione Urbana Treviglio Futura, piombata nell’occhio del ciclone per via di una deliberazione della Corte dei Conti che ne metteva in dubbio alcuni aspetti.

Ferma la risposta del primo cittadino di Treviglio Juri Imeri sulla vicenda, che minimizza l’accaduto: “Da chi difende chi occupa le case abusivamente non ci si può che aspettare certe cose – e aggiunge – lo striscione non era autorizzato ed è quindi stato rimosso. Non gli darei più importanza di quella che ha”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI