BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“E le stelle brillano ancora”, il primo romanzo del bergamasco Mattia

Una trilogia poetica alle spalle, il primo romanzo appena pubblicato e uno nuovo già in cantiere

Più informazioni su

“Ho deciso di dare al mio libro questo titolo (“E le stelle brillano ancora, ndr) perché credo che nonostante tutto quello che succeda su questa Terra, le stelle stiano sempre in cielo a brillare per noi. In questo libro c’è una grande speranza verso un qualcosa di bello che verrà”.

Sono queste le parole con cui il 30enne bergamasco originario e residente a San Paolo d’Argon Mattia Cattaneo presenta il proprio libro “E le stelle brillano ancora”, edito da Amazon a novembre 2018. “Ho mandato il testo a qualche casa editrice – racconta Mattia – ma i prezzi erano alti o trovavano sempre qualcosa che non funzionava. Ho deciso così di essere totalmente libero e indipendente, dall’editing alla copertina, utilizzando la piattaforma di autopubblicazione di Amazon che ormai sta diventando una vetrina commerciale molto importante”.

Il libro parla di due donne – nonna Hildegard e la nipote Elsa – che dopo tanto tempo s’incontrano nel Mencleburgo (Germania), nella fattoria dell’anziana signora. È una storia in cui il passato è un tema fondamentale: si parla del Muro di Berlino, della Germania Est e di quella dell’Ovest.

Nei capitoli dedicati al passato è il personaggio di nonna Hildegard a raccontare a sua nipote della propria infanzia e della pre-adolescenza: andando a ritroso nel tempo verrà affrontato un segreto da sempre tenuto nascosto, e questo dialogo fra passato (nonna) e presente (nipote) darà vita a un intreccio di ricordi, dolori, segreti taciuti e tradimenti, ma anche di riscoperta del sentimento dell’amore e di una speranza per il futuro.

“Questo libro è nato in seguito ad un sogno notturno che ricorreva spesso” racconta l’autore, che poi aggiunge: “Sognavo di una giovane ragazza che, dopo tanto tempo, tornava dalla nonna. Ho quindi dato una struttura a quell’idea che mi vagava nella mente e, successivamente, ho deciso di ambientarlo in Germania iniziando un vero e proprio percorso di ricerca e documentazione su quel periodo, sulle condizioni di vita degli abitanti dell’Est e dell’Ovest. Mano a mano che scrivevo è nata poi la storia, che cela in sé un importante mistero”.

Il romanzo di Mattia Cattaneo è un libro che potrebbe essere definito ‘al femminile’ in quanto sono due donne ad essere le protagoniste. Ecco cosa ne pensa l’autore stesso: “Ho scelto due protagoniste femminili perché ho voluto mettere a confronto due generazioni diverse ma che hanno un punto in comune: la forza. La forza di agire, di sacrificarsi, di reagire alle sofferenze. Lo ha fatto Hildegard inizialmente con delle scelte drastiche e importanti; lo ha fatto poi Elsa scegliendo di andarsene dalla città e di raggiungere la nonna. La vita ha messo di fronte a queste due donne delle scelte importanti e loro hanno avuto la forza di compierle: credo che la società odierna, forse ancora un po’ troppo maschilista, dovrebbe imparare da loro”.

“E le stelle brillano ancora” è il primo romanzo di Mattia ma non certo la sua prima pubblicazione: il 30enne di San Paolo d’Argon è infatti l’autore di una trilogia poetica edita da Antologica Atelier Edizioni composta da “Dritto al cuore”, “La luna e i suoi occhi” e “Tracce di me”.

“La poesia mi appartiene da sempre – svela Mattia – in quanto ‘nasco’ come autore di poesie. Definirmi un poeta lo trovo un qualcosa di troppo grande. La necessità di narrare qualcosa che andasse al di là della poesia stessa è nata quando mi stavo dedicando all’ultima parte della mia trilogia: volevo cimentarmi nel romanzo, volevo sperimentare, e così ci ho provato. In realtà nel mio romanzo c’è molto di poetico, e credo che poesia e romanzo non siano due generi così inconciliabili: si cercano, si parlano. Sta a noi unirli”.

Quali sono i programmi per il futuro? Mattia ha le idee chiare: “Ora sto facendo un tour per portare in giro il libro, per vedere se riesco a partecipare a qualche fiera o festival letterario. In cantiere per il 2020 c’è però un altro romanzo, che ho iniziato ad ideare in questi giorni”.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.