BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Federica Bandirali: “Moda e life style secondo il Corriere della Sera”

Vip, lustrini e tanto lusso: ma cosa si nasconde dietro la grande filiera della moda? A raccontare alla Bergamonews Academy 3 il suo lavoro di giornalista al Corriere della Sera questa volta c'è Federica Bandilari.

Completamente immersi in un’esperienza unica e professionale, gli allievi della Bergamonews Academy 3 affilano la propria esperienza con nomi interessanti del giornalismo italiano. Nelle lezioni precedenti, protagonisti come Jean Marie Del Bo vicedirettore del Sole 24 Ore ed Enrico Fedocci di Mediaset TgCom 24 hanno trasportato gli allievi dell’Academy 3 nel mondo del giornalismo televisivo e dell’economia. Questa volta si cambia rotta e Federica Bandirali, giornalista del Corriere della sera, giunge nell’aula da docente di giornalismo di Life style e moda.

“Non solo lustrini e sfilate, non solo vestiti e scarpe: questo settore del giornalismo, in quotidiano aggiornamento, è un mondo complesso in cui lavorare”. Inizia così Federica Bandirali, giornalista da dieci anni al Corriere della Sera, a raccontare cosa c’è dietro il settore della moda. Ma scrivere 60 righe sulle creme per il viso in base alla nuova stagione è sempre così semplice? Dietro l’esperienza della Bandirali c’è tanto studio e duro lavoro. Dopo la laurea, il tirocinio e un anno in America, Federica torna al Corriere della Sera nel settore moda e vi resta per 10 anni. Un mondo da scoprire fatto non solo di lustrini. Mostre, prime nazionali e fashion week svelano un universo di notizie che spesso si nascondono dietro l’aurea dorata che avvolge il benessere e il Life style.

L’attenzione ai dettagli spesso può essere la chiave di volta per la realizzazione di un articolo. Raccontare di come Giorgio Armani revisiona i capi prima della sfilata può dare l’idea di cosa vi è dietro un capo di alta sartoria, spunto per i futuri stilisti, le nuove generazioni e per gli appassionati del settore. Ma trattare di moda vuol dire insinuarsi in un settore trainante dell’economia, soprattutto quella italiana, in cui il PIL di intere regioni è retto proprio dall’industria tessile e manifatturiera. Una grande catena di montaggio che il giornalismo approfondisce e, per non rimanere indietro, si collega ai meccanismi di tendenza virtuali.

La giornalista Bandirali mostra così ai futuri giornalisti come si approccia al mondo dorato della moda, ancora abbastanza elitario, e con fermezza confessa che “ bisogna spesso rendere appetibili certi argomenti e personaggi a molti sconosciuti. Con il cambiamento del target, dal cartaceo all’online, cambia anche il modo di trattare la materia, pur rimanendo fedeli al codice deontologico. Perché più è grande la fama e la notorietà di chi scrivi più è grande la responsabilità del giornalista, perché chiaramente hanno un nome da salvaguardare a livello mondiale”.

Ma se un giornalista deve parlare di una sfilata? Può trarre dei giudizi? “Il compito del giornalista – spiega Bandirali – è di accompagnare il lettore a trarre le sue conclusioni, il nostro compito è trasmettere informazioni”. Infine, sulla scia delle più giovani generazioni che nel fervore del momento aspirano a diventare influencer, la giornalista del Corriere, nonché compagna di scuola della Ferragni, ci svela un segreto: “Il fenomeno influencer terminerà presto. Se alcune hanno avuto un successo mondiale è perché sono state le prime in assoluto a reinventare un vero e proprio lavoro, diventando esse stesse marchi di fabbrica”.

Dopo numerose lezioni della Bergamonews Academy 3 un concetto appare chiaro: non esiste settore del giornalismo che si possa affrontare senza lo studio e la professionalità.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.