Bergamo Onoranze Funebri, la Lia replica a Federconsumatori - BergamoNews
Il caso

Bergamo Onoranze Funebri, la Lia replica a Federconsumatori

Lia (Liberi Imprenditori Associati) interviene sul caso di Bergamo Onoranza Funebri e replica a Federconsumatori.

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa di Lia Liberi Imprenditori Associati che sul caso di Bergamo Onoranza Funebri replica a Federconsumatori.

“È con estremo stupore che leggiamo il comunicato di Federconsumatori in riferimento all’intervento della nostra Categoria delle Onoranze Funebri, in cui sono state espresse perplessità sul mantenimento della partecipazione del Comune in Bof, alla luce dei richiami della Corte dei Conti – si legge nella nota firmata dal direttore Pietro Bonaldi -. A Federconsumatori, che invoca il rispetto della legalità, rispondiamo che siamo stati noi i primi a pretenderlo, rifacendoci al pronunciamento della Corte dei Conti, e alla recente normativa introdotta dalla Legge di Bilancio. Questo proprio perché non ci limitiamo a leggere solo i giornali, ma approfondiamo anche i pronunciamenti e le normative di riferimento a differenza, evidentemente, di qualcun altro.
Riteniamo diffamatorio e lesivo nei confronti delle nostre imprese l’accostamento ai fatti di Bologna, visto che da sempre condanniamo i comportamenti di chi opera in modo scorretto in questo come in altri settori”.

leggi anche
  • La polemica
    Caso Bof, Federconsumatori sta con il Comune: “Così funerali a prezzi buoni”
    Bof
  • La svolta
    Bof, nella manovra l’ancora di salvataggio: ora sala del commiato e per funerali laici
    Bof
  • Bergamo
    Cessione della Bof, Lega e M5S: “Società virtuosa, il Comune si opponga”
    Bof
  • Bergamo
    Caso Bof, la preoccupazione dei 5 Stelle e le rassicurazioni del Comune di Bergamo
    Bof
  • Bergamo
    Bof, il Comune rassicura i dipendenti: “Nessuna modifica ai contratti”
    Bof
  • L'assessore
    Angeloni: “La Bof rimane completamente del Comune di Bergamo”
    Giacomo Angeloni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it