BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Operazione “Rinascita Zingonia”: dall’alba oltre 100 carabinieri impegnati a bonificare i “palazzoni dello spaccio” fotogallery

Sul campo anche le unità cinofile antidroga. Ancora “sotto assedio” i condomini “Anna” e “Athena”, anche con il controllo dall’alto di un elicottero

Dalle prime luci dell’alba, oltre 100 Carabinieri sono impegnati nell’ennesima importante attività anticrimine e antidegrado della Compagnia Carabinieri di Treviglio sotto la guida del Maggiore Davide Onofrio Papasodaro, questa volta chiamata “Rinascita Zingonia”.

Dopo le precedenti operazioni “ad alto impatto” di Polizia Giudiziaria e di Pubblica sicurezza terminate con arresti, denunce, rintraccio ed espulsione di stranieri clandestini, oltre ad importanti recuperi di droga, in queste ore è scattata un’altra operazione di “bonifica” dei condomini di fatto rimasti agibili nei complessi immobiliari “Anna” e “Athena”, con all’interno gli ultimi nuclei familiari in corso di ricollocamento da parte dell’Aler di Bergamo in altri alloggi della provincia.

L’obiettivo da parte dei carabinieri, oltre all’eventuale recupero di sostanze stupefacenti o di armi, in attesa dell’imminente abbattimento dei sei palazzoni “Anna” e “Athena” programmato per il prossimo febbraio.

I condomini Anna e Athena verranno quindi ancora una volta setacciati da cima in fondo anche con l’ausilio di unità cinofile di Orio al Serio specializzate per la ricerca di sostanze stupefacenti, di armi e per le operazioni di ordine pubblico (ben 5 le squadre di cani impiegati per le operazioni). Un elicottero del 2ª NEC di Orio al Serio, inoltre, munito di telecamera termica, monitorerà le attività dall’alto.

Tra gli scopi dell’ennesima maxi operazione dei carabinieri di Treviglio anche quello di neutralizzare qualsivoglia evento delittuoso in un’area sensibile del “cuore di Zingonia”, al fine così di garantire legalità e sicurezza agli abitanti della zona, ma anche contrastare il “degrado urbano” radicatosi nel corso del tempo in quest’area della provincia di Bergamo.

L’intera zona è stata completamente cinturata dai militari dell’Arma dei carabinieri in assetto operativo in un intervento cosiddetto “ad alto impatto”, questa volta anche con l’ausilio di personale “antisommossa” del 3° Reggimento Carabinieri di Milano. Sul posto anche personale della Polizia Locale di Ciserano per le necessarie attività di supporto alla viabilità e alle relative attività di polizia amministrativa.

I risultati

Complessivamente i militari hanno sequestrato un chilo di droga (tra hashish e cocaina) a carico di ignoti, occultata in vari appartamenti dei “palazzoni” ed in parte anche nascosta nella banca dismessa ubicata al pian terreno del condominio “Anna 1”.

È stato inoltre arrestato su provvedimento restrittivo un 42enne italiano residente a Ciserano, per un ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio di Sorveglianza di Brescia per reati contro il patrimonio.

Rintracciati e denunciati in stato di libertà 20 stranieri clandestini sul territorio nazionale (di nazionalità marocchina, nigeriana e senegalese) e denunciati 30 stranieri (tra cui anche i sopra indicati 20 clandestini) per le occupazioni abusive degli appartamenti siti nei palazzoni “Anna 1” e “Anna 3” (quest’ultimo tra l’altro già dichiarato inagibile con ordinanza del Sindaco di Ciserano).

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.